Il Punto

L’Italia è tra i paesi europei che spende meno per tutelare i lavoratori poveri con carriere discontinue. Un fenomeno che dovrà essere al centro dell’auspicata riforma degli ammortizzatori sociali. Aumenta anche da noi intanto il numero di dimissioni nel secondo trimestre del 2021. Resta da capire se si tratta degli strascichi della crisi da Covid-19 o di una nuova tendenza del mercato del lavoro. Con la fine di “Quota 100” si ripresenta il problema di rendere finanziariamente sostenibile la domanda di flessibilità in uscita. Alcune possibili soluzioni in grado di coniugare le due necessità.
Sull’istruzione si è giocata durante la pandemia una partita importante anche a livello di rapporti tra stato e regioni. Con le aree più deboli a pagare il prezzo maggiore in termini di perdita di apprendimento. L’aumento generale dei prezzi, e in particolare dei generi alimentari, non è l’unica causa della crescita di malnutrizione e denutrizione. Fondamentale per arginarle il ruolo della cooperazione.
È scomparso lo scorso 18 ottobre all’età di 93 anni l’economista ungherese János Kornai. Grande testimone del Novecento, ha studiato a fondo le economie socialiste e le loro carenze strutturali.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

L’accesso ai contenuti de lavoce è libero e gratuito ma, per poter continuare ad assicurare un lavoro di qualità, abbiamo bisogno del contributo di tutti. Sostienici con una donazione, anche piccola!