logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    Trump passerà, ma il patto atlantico non sarà più lo stesso, dopo la presidenza dell'oligarca americano arrivato al potere con l'appoggio pubblico e forse segreto della Russia di Putin, e dopo la politica internazionale destabilizzante e affarista di Bush jr. Le politiche poco accorte, poco prudenti, poco lungimiranti non danneggiano solo gli Europei chiacchieroni, mercanti imbelli, ma gli stessi Americani, che hanno già perso, come gli antichi Romani del III secolo, la guerra fondamentale dei valori vincenti. "Life, liberty and property", sicurezza, sopravvivenza, salute, qualche benessere, libertà di godersi i frutti del lavoro in pace e senza essere truffati e sfruttati da prepotenti, un po' di equità, cioè qualche limite allo sfruttamento legale, all'uso abusivo delle regole vigenti. Gli USA stanno fallendo nel progetto dei fondatori e costituenti. Si stanno arrampicando sugli specchi. Meglio capirlo ora.
  2. ettore falconieri Rispondi
    La contrapposizione tra mondo libero e mondo comunista nella guerra fredda è ormai lontana e le motivazioni USA di difendere l'Europa si sono affievolite e potrebbero azzerarsi anche per motivi di polilica interna americana. Ma gli Usa, che allora avevano in Europa oltre 400.000 soldati, ne hanno sempre un numero ragguardevole, 64.547 di cui circa 35.000 in Germania e circa 15.000 in Italia e dopo il Giappone la Germania è il secondo paese nel mondo per presenza militare Usa, uomini e mezzi. Di mezzi militari Usa in Europa ve ne sono moltissimi. Cio' premesso senza gli Usa, Putin arriverebbe nelle repubbliche baltiche, in Polonia e altrove con relativa facilita' Quindi i divisi Europei, anche in materia militare, dovrebbero corteggiare il Trump e chi seguirà anziche alzare la cresta.
  3. Henri Schmit Rispondi
    Francia e Germania sono molto avanti nel coordinamento di una politica estera, della difesa e degli armamenti comune; altri paesi appoggiano. La Brexit complica e semplifica tutto. È la politica italiana più opportunistica che da sempre rimane fuori coro. Non ci sarà una politica europea estera, della difesa e degli armamenti comune se non attraverso un accordo fra i due, tre o cinque paesi che più contano. E se questo fosse il modello di sviluppo per tutta l'UE, per tutte le politiche? Ne sono sempre più convinto.
  4. oscar Rispondi
    4% perche’ e’ quanto spendono loro, ma siamo sicuri che l’europa voglia buttarsi in guerre come quella dell Iraq? le stime della spesa della guerra in iraq sono di 3-4 T$