logo


  1. Luca Ba Rispondi
    Secondo me si sopravvaluta il gesto del presidente Trump. La Cina già fa dazi su molte importazioni e fa dumping su molte esportazioni, qua stiamo assistendo ad un timido tentativo di riequilibrio. L'articolo propende per la tesi che saranno gli Usa che ci rimetteranno mentre io ne dubito e sono piuttosto convinto che non ci saranno conseguenze grandi per nessuno dei due paesi. Giusto una precisazione vero è che i semiconduttori sono prodotti principalmente in Cina ma è vero che sono prodotti anche in altri paesi (es. Messico) che potrebbero in poco tempo compensare quanto non viene più dalla Cina, questo a dimostrazione che si tratta di poco più di una scaramuccia trumpiana per far vedere che qualcosa di promesso lo sta facendo.
  2. Savino Rispondi
    Il sovranismo imperante è, peraltro, un'ideologia, condita di ampia propaganda, che non promette nulla di buono. Sembra la vecchia tattica del catenaccio nel calcio, con difesa ad oltranza: dazio e contro-dazio; muro e contro-muro. Così si uccide il concetto stesso di scambio commerciale e si ritorna ad un'econimia chiusa di tipo medievale.
    • Savino Rispondi
      vedasi dichiarazioni di Lagarde (i dazi ci impoveriranno) e di Prodi (nesso con sovranismo)