logo


  1. luca dal forno Rispondi
    Buondì professore, ho letto ed apprezzato l'articolo ed ho approfondito leggendo il testo della legge 179/17 in G.U. e mi sorge ora un dubbio che spero Lei possa dipanare: sono un libero professionista (settore edile) e nell'ambito del mio lavoro mi son accorto di un reato perpetrato da molti che, se segnalato, porterebbe proventi alle casse pubbliche. Di contro, se lo segnalassi, potrei risultare malvisto da possibili nuovi clienti (privati) e non ottenere quindi dagli stessi delle commesse. A fronte di ciò esiste una tutela analoga alla 179/17 per i liberi professionisti come me? Leggendo che non esiste la possibilità di essere ricompensato (in via pecuniaria) dall'amministrazione pubblica qualora mi muovessi per portare alla luce detti misfatti, esiste l'alternativa di poter stabilire un contratto/compenso con l'ente preposto al controllo (che ovviamente non ha i mezzi per poter esercitare detto controllo) ? La ringrazio sin d'ora per l'attenzione che potrà dedicarmi. Cordialmente, Luca Dal Forno
    • luca dal forno Rispondi
      Giusto per precisazione: a seguito degli illeciti di cui accennavo, le conseguenze sarebbero nulla più che sanzioni amministrative (calcolabili mediamente in € 1600/1800 circa ciascuna). Mi rendo conto che l'importo può sembrare relativamente limitato ma si parla di diverse centinaia di casi. Cordialmente, Luca
  2. Savino Rispondi
    L'Italia è incompatibile con la legalità. Fanno bene tutti i giovani che abbandonano questa nazione. Il loro scarificio verrà premiato. I corrotti e i gruppi di potere stanno esprimendo un vero e proprio delirio di onnipotenza e di impunibilità tale da realizzare una effettiva discriminazione razziale verso tutti gli altri che non definiremmo più simili. Chiunque abbia il becero coraggio di dire che va bene così e non bisogna modificare nulla non ha capito nulla della vita.