logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    La riforma fiscale targata Trump è quindi una pessima notizia per paesi fiscalmente inefficienti (aliquote alte, regole complesse, alto livello di evasione e di frode) come l'Italia, una notizia relativamente positiva per i paesi ben posizionati nella competizione fiscale internazionale come NL, IRL, LX e CH e una grossa sfida a definire parate difensive (ricorsi WTO) e aggressive (ridurre le aliquote, definire nuove regole similari a quelle US) per gli altri come UK, D e F. L'articolo non parla della tassazione del reddito delle persone fisiche pur alleggerita da Trump per le fasce ad alto reddito, una mossa che i paesi difficilmente seguiranno, perché scoppierebbe (giustamente dal punto di vista si chi scrive) la rivoluzione.