logo


  1. Michele Rispondi
    Il “metodo Padoan” è come dare del placebo ad un ammalato grave. Magari la suggestione produce qualche effetto positivo, ma la malattia resta. Tra non molto la politica monetaria super accomodante andrà a finire. L’ITALIA si troverà con debito pubblico aumentato in valore assoluto e mai ridotto neanche durante la bonanza finanziaria. L’ennesima occasione persa
  2. Savino Rispondi
    Troppo comodo fare politica economica rinviando ulteriormente il pareggio di bilancio e fregandosene altamente del principio costituzionale dell'art. 81 che, come ricordo sempre, è il diritto di ogni bambino che nasce. Le previsioni, quando sono fatte in modo oggettivo, prevedono di centrare sia i risultati sulla crescita, sia quelli sul deficit, sia quelli di tenere unito il tessuto sociale del Paese.
    • Fabrizio Rispondi
      Va considerata anche la situazione politica. Il paese ha tenuto, e questo è un grande risultato, ma ora il problema è chi governerà il paese. Purtroppo il sistema elettorale è inadeguato, e a Renzi va riconosciuto di aver tentato una riforma elettorale che premiasse la governabilità a svantaggio della rappresentatività. Per accelerare il risanamento (che comporta sacrifici) servirebbe un governo forte, e quasi sicuramente non lo avremo. Quindi temo che tra cinque anni rivaluteremo quanto fatto in questa legislatura.
      • Savino Rispondi
        Più che altro, c'è da sperare, ma sarà pressocchè impossibile, che gli italiani si rendano consapevoli dei problemi sul tappeto e non si facciano distrarre dalla polvere negli occhi della propaganda e del clientelismo elettorale.