logo


  1. Giuseppe Rispondi
    Queste statistiche sono una truffa perché la scuola in gran parte dei paesi del mondo è una truffa. I diplomi e le lauree in Italia vengono ormai regalati per garantire i finanziamenti alle scuole. Finanziamenti che vengono elargiti proprio per migliorare le statistiche. Il dato numerico alla fine verrà raggiunto. Arriveremo al 25% di laureati. Nessuna statistica ufficiale, però, ci dirà che avremo un 99% di ignoranti.
  2. bob Rispondi
    Ma diploma e laurea servono a trovare lavoro? In un Paese come il nostro NO! Lo sbocco nel mondo del lavoro di laureati e diplomati presuppone un tessuto industriale tecnologicamente avanzato e con gruppi industriali leader nei propri settori ( in Italia ci siamo trastullati con "piccolo e bello" e coi "fenomeni del Nord-Est"). Inoltre politicamente si è tornati indietro di 30 anni dando spazio a localismi e regionalismi inutili e dannosi soprattutto in un mondo aperto come quello attuale. Inoltre in questo Paese si confonde istruzione con cultura che sono due cose molto diverse. L' istruzione molto molto spesso per nostra mentalità italica è "il pezzo di carta". La cultura è il sapere, l'apertura mentale, la curiosità che si alimenta con la lettura la buona scuola e i buoni maestri. E' scomparsa la chimica che fu di Natta, l'elettronica di Olivetti, le belle auto per non parlare dei quasi inesistenti centri di ricerca. Il Suo lavoro cara professoressa, apprezzabile è e rimane un lavoro statistico....scienza complessa e di difficile interpretazione molto più comprensibile per gente di cultura che gente istruita