logo


  1. Paul Weber Rispondi
    Grazie per l'articolo. Credo che le campagne contro le #fakenews non potranno risolvere molto in quanto sovente il problema alla radice è legato alla tendenziosità della presentazione di fatti, unitamente all'interpretazione "biased" che colpisce più o meno volutamente cifre e statistiche. L'uso di aggettivi e avverbi sposta ulteriormente baricentro della realtà oggettiva verso altri "centri d'interesse". Al lettore non rimane che leggere con sano scetticismo, domandandosi di volta in volta "Cui prodest"...?