logo


  1. Cristian Bernardi Rispondi
    Complimenti per l'articolo e per lo studio, tutto giusto. Nell'analisi della percezione da parte del contribuente è stato trascurato quello percepito dai contribuenti onesti, soffermandosi sugli evasori. In sintesi il concetto è che "se tutti ti considerano un ladro finirai per diventarlo": con la mole di adempimenti e di bizantinismi del nostro sistema tributario considerare chi non versa le imposte un evasore a prescindere o, ancora peggio, dare per scontato che tutti nascondano qualcosa, non può che peggiorare l'evasione. Il concetto invece di incitare le persona a sistemare la propria situazione con grossi sconti collegato a un inasprimento delle sanzioni in caso contrario, come è stato fatto negli ultimi tempi, non può che portare a una diminuzione degli evasori. E' necessario uscire dal concetto autonomo = evasore che si era instaurato negli anni 90 - 2000.
  2. Michele Rispondi
    Includere gli incassi derivanti da un condono fiscale, come nei fatti è la voluntary disclosure, tra i risultati dell'attività di contrasto all'evasione mi sembra l'ennesimo insulto ai contribuenti onesti (a me sembra un incentivo e un premio all'evasione, in attesa del prossimo condono). Si può capire (ma non giustificare) che questa mistificazione faccia parte della propaganda politica, molto meno se si vuole fare un ragionamento "scientifico".
  3. Anna Mancini Rispondi
    Una precisazione: è vero che la voluntary è stata un provvedimento una tantum che ha generato un gettito straordinario, ma è anche vero che ha stabilmente aumentato quello degli anni a venire facendo inserire in dichiarazione redditi prima sconosciuti al fisco. Ci si può quindi ragionevolmente aspettare che una parte dei 3,9 ml di extragettito del 2015 corrisponda in realtà un aumento strutturale del gettito.
    • Stefano Bonato Rispondi
      Al contrario, ci si può ragionevolemnte aspettare che chi ha vista comprovata la possibilità di far rientrare capitali e redditi nascosti all'estero, con poche sanzioni, addirittura potendo autocalcolare il dovuto, si faccia meno scruppoli a rifarlo in futuro, con la ragionevole aspettativa che ci sarà un'altro, ennesimo, condono.