logo


  1. Pietro Rizza Rispondi
    "valutano solo in astratto concetti come il debito implicito per la semplice ragione che i governi cambiano e anche le riforme possono cambiare". Se questo fosse il criterio allora la Commissione europea non dovrebbe prendere per buono il fatto che un governo posticipi al 2018 la ripresa dell'aggiustamento di bilancio. I governi cambiano e le clausole di salvaguardia dell'IVA possono essere disattivate.... Il debito implicito ha un importante valore segnaletico dell'azione di un governo. Assumendo che i maggiori oneri delle riforme saranno compensati da maggiori tasse, il Governo si sta oggi indebitando di più a spese di chi andrà in pensione tra 30 anni e più; la proposta Boeri suggerisce di indebitarsi di più a spese di chi andrà in pensione nei prossimi 10-20 anni. Sono scelte su cui un elettorato dovrebbe essere informato. A questo serve ragionare in termini di debito implicito. Poi tutto può cambiare e, anzi, speriamo che cambi. Ma che il cambiamento sia informato.
    • Pietro Rizza Rispondi
      se poi ha ragione Boeri e i costi delle 2 riforme sono gli stessi, la variazione del debito implicito è ancora più importante per discriminare e far capire chi si sta indebitando verso le generazioni future