logo


  1. Carlo Ranucci Rispondi
    Mi unisco ai ringraziamenti rivolti al dott. Andrea Brandolini per il significativo articolo dedicato alla memoria del Prof. Tony Atkinson. Ora penso che il miglior modo per onorare il suo pensiero sia quello di trasfonderlo in politica. Invito quindi quanti abbiano a cuore, come me, tale intendimento di unire l'impegno per renderlo politicamente rilevante.
  2. Antonia Carparelli Rispondi
    Tony Atkinson è stato, tra le altre cose, il padre delle statistiche dell'Unione europea in materia di povertà e diseguaglianza. E' stato un grande teorico "militante", che ha ispirato, seguito e sostenuto le iniziative avviate in sede europea per contrastare le diseguaglianze e le ingiustizie sociali. Ho avuto il privilegio dei suoi consigli e incoraggiamenti nel corso del mio lavoro sulle politiche sociali europee. Senza di lui sarebbe stato impossibile avere oggi un indicatore europeo della povertà, e statistiche credibili e comparabili tra i paesi europei. E che dire della sua instancabile e contagiosa attenzione al tema della povertà dei bambini.... L'Europa gli deve davvero molto, e il rammarico più grande, nel ricordarlo, è quello di non aver potuto fare pienamente giustizia al suo insegnamento militante e alla sua idea di Europa.
  3. Gilberto Muraro Rispondi
    Ringrazio anch'io Andrea Brandolini per per il documentato e appassionato ricordo di Tony Atkinson,un grande maestro e un grande uomo di cui voglio ricordare anche , con gratitudine, la vicinanza alla Società italiana di Economia pubblica. dimostrandone
  4. Vito Tanzi Rispondi
    Grazie Andrea per un bell'articolo. Ho avuto il privilegio di conoscere Tony Atkinson per molti anni e condivido completamente i commenti. La professione ha perso uno dei suoi maggiori esponenti.
  5. roberto Rispondi
    OCCORRE ATTUARE L'ARTICOLO REDISTRIBUTIVO PER ECCELLENZA SIA DI REDDITO SIA DI DIRITTI SOCIALI COLLETTIVI: IL 53! PER EVITARE LA STORICA EVASIONE FISCALE E CONTRIBUTIVA E' SUFFICIENTE ATTUARE/REALIZZARE LA COSTITUZIONE! METTERE AL CENTRO LA PERSONA COME OBBLIGA L'ARTICOLO 53 DELLA COSTITUZIONE! CON I SUOI REDDITI GLOBALI PERSONALI EFFETTIVI E COMUNQUE CONSEGUITI CON DEDUZIONE DELLE SPESE PRIMARIE E SOCIALI E COSI' AVREMO LA CAPACITA' CONTRIBUTIVA EFFETTIVA! ESEMPIO APPLICATIVO DELLA CAPACITA' CONTRIBUTIVA! Da un articolo apparso su Repubblica di Firenze QUESTO IL TITOLO! "LA GUARDIA DI FINANZA HA SCOPERTO 11 MILIONI DI SOMMERSO PER IL FATTO CHE 1O AZIENDE SU 12 ERANO EVASORI TOTALI! GRAZIE ALLE DEDUZIONI DELLE SPESE SOCIALI E PRIMARIE = ( ARTICOLO 53 DELLA COSTITUZIONE CHE GARANTISCE ALLA PERSONA LA DEDUCIBILITA' DI TUTTE QUELLE SPESE CHE OCCORRONO PER IL NORMALE SVOLGERSI DELLA VITA QUOTIDIANA). SI SCORDANO DI DICHIARARE AL FISCO LE ENTRATE. COSTRUTTORI EDILI "TRADITI"DAI LORO CLIENTI"! ( Sono così abituati a buttare nel Water le fatture che si sono "scordati" che i loro clienti avrebbero scritto nella loro denuncie dei redditi gli importi di dette fatture)! E' COSI'( se lo si vuole) CHE SI EVITA L'ILLEGALE EVASIONE FISCALE E CONTRIBUTIVA!APPLICANDO L'ARTICOLO 53 DELLA COSTITUZIONE! Lo dimostra senza possibilità di smentita questo articolo di Repubblica che mette in chiara evidenza come la COSTITUZIONE nel suo articolo 53 con il precetto di capacità contributiva( redditi globali e deduzione delle spese primarie e sociali - In questo caso si trattava delle spese per ristrutturazioni edilizie) sia lo strumento per evitare l'evasione e l'elelusione fiscale permessa dalle varie cedolari secche, dai redditi forfetari resi tali da studi di settore e forfetini vari ( leggi 600/73,917/86,331/93 ed altre ancora) La deduzione delle spese comprensive di IVA rende questa progressiva, e quindi il sistema tributario nel suo complesso, in rapporto alla capacita contributiva effettiva del singolo contribuente. La Trasparenza fiscale, così come scritta nella Costituzione, è condizione per combattere tutti i tipi di mafie, sia quella politica che quella economica e criminale.
  6. Roberto Alfieri Rispondi
    Le sono molto grato perché, se non fosse stato per il suo articolo, nemmeno avrei saputo della morte di Antony Atkinson. Mi ha fatto piacere conoscere qualcosa di più su di lui, tramite questo bell'articolo che ha scritto. Avevo solo letto Disuguaglianza e sono stato colpito dalla competenza e dalla passione di questo scienziato. A mia volta e nel mio piccolo cercherò di farlo conoscere, perché abbiamo bisogno anche del suo sapere per migliorare un po' questo mondo ancora così ingiusto. Grazie ancora