logo


  1. FRANCO BENINCA' Rispondi
    Nella scelta dei vertici di impresa si può verificare un fenomeno di induzione obbligata, che può derivare sia da fattori di opportunità che da obblighi contingenti. Un esempio è quello di catturare consiglieri/amministratori tra dirigenti della PA, specie in quei settori della PA dove i potenziali nuovi consiglieri siano appetibili in quanto detentori di ruoli di potere e/o di custodia- accesso facilitato alle informazioni (FFAA, GdDF e FFOO in genere). Le condotte descritte dimostrano l’incapacità di quelle aziende di formare al proprio interno manager, ma oltremodo sono distorsive del mercato nei confronti delle firms che invece investono per la formazione inside dei loro vertici. La cattura dalla PA è rimasta ad esclusivo carico della collettività, quindi con risorse al di fuori del mercato e di sunk cost aziendali. Il regolatore dovrebbe impedire, limitare, oppure creare le medesima opportunità di mercato attraverso norme anti concorrenza ad hoc nei confronti di tali condotte, al fine di ottenere l’allocazione di quel consigliere e/o amministratore la cui utilità marginale è tangente alla curva della migliore efficienza, avendo, ceteribus paribus, impiegato risorse all’interno delle aziende tra loro in competizione.