logo


  1. Nicolò Rispondi
    Ha ragione professoressa di equità se ne vede poca e per giunta si confonde equità con redistribuzione. Cose abbastanza diverse. Infine la crescita economica si fa con liberalizzazioni e organizzazioni sane. Anche di questo non si vede molto ...
    • Laerte Rispondi
      Uno degli ostacoli maggiori, alla riforma, per il presidente Renzi sono i diritti acquisiti. Si può prendere in esame di cominciare a valutare se l'impianto che ha portato all'attuale situazione è costituzionale? La proposta del presidente Boeri, di un anno fa, " non per cassa ma per equità", che prevedeva dimezzamento di vitalizi, sfalcio del supero degli 80.000 euro e, vera profonda riforma, tetto minimo e massimo delle pensioni, nel rapporto di 1 a 4, aveva superato totalmente l'ostacolo diritti acquisiti. Renzi non aveva contestato il tenore della proposta, aveva soltanto rinviato i'esame al 2017, con la motivazione che c'era da mettere le mani in troppe tasche (c'erano votazioni in vista). Da allora il governo, ogni giorno ha spostato una virgola del vecchio ordinamento, senza mai prendere di petto la situazione. Parta con la rilettura dei primi articoli della costituzione, che ne sono I PRINCIPI FONDAMENTALI. Se dà il giusto significato, in lingua italiana, alle semplici parole usate dai padri costituendi, nell'assegnare i compiti inderogabili alla Repubblica nella difesa dei diritti politici, economici e sociali di tutti cittadini, tutti, non di qualcuno di essi, non c'è spazio per diritti acquisiti. È indispensabile tetto minimo e massimo, esteso a tutte le classi e categorie dei cittadini. Equità e giustizia.
  2. Gianmarco Rispondi
    Forse ho il dente avvelenato, ma mi viene da pensare che blandire i pensionati semplicemente porta più voti. Da genitore di quattro figli, quante volte mi sono sentito dire "con tutte le agevolazioni che hai" oppure che "la lampadina che illumina una persona ne illumina anche cinque". Quante volte ho ribattuto e alla fine, quando l'interlocutore resta senza argomenti, mi son sentito dire "in fondo i figli te li sei voluti tu". Alla fine delle fini il ragionamento del legislatore è questo, né più né meno che al bar del circolo.