logo


  1. Claudio Rispondi
    Abbiamo tanti poveri perché questo Paese, al contrario degli altri, non ha una misura universale a favore dei più deboli. Al contrario favorisce con misure settoriali interventi per certi versi utili quando sono delimitati nel tempo, vedi CIG ordinaria e straordinaria, ma diventando sussidiari quando durano addirittura decenni, ma non sono UNIVERSALI! Dunque assistiamo con costernazione a sussidi che arrivano anche a 20.000 euro al mese addirittura foraggiati da tasse inventate ad hoc, pensioni che superano i 90.000 euro al mese e via discorrendo mentre ci sono altri italiani non baciati dalla fortuna che non avendo di che vivere sono costretti a rovistare nei cassonetti. UN PAESE CHE CRESCE E' UN PAESE SOLIDALE! poi...personalmente... Io non so se sono "povero", ho 60 anni e quasi 30 di contributi, negli ultimi anni da precario sono stato "messo a riposo" nel 2011 (non ho potuto usufruire neanche della disoccupazione) e da allora non percepisco nessun sussidio ne pensione dunque non ho nessun reddito invero ho qualche euro da parte che sto finendo, una casa e auto ereditata. SONO POVERO? o piuttosto UN'INVISIBILE che non conta più niente buono solo a suicidarsi?
    • bob Rispondi
      ....la Sua testimonianza vale molto di più di tanti compitini in classe che leggo su questa rivista. Numeri, percentuali, tabelle e statistiche restano sulla carta ....la realtà è ben diversa
  2. IC Rispondi
    Povertà degli stranieri residenti in Italia. Considerazioni giuste se si collega la povertà ai bassi redditi, ma non accettabili se si fa riferimento alla ricchezza. Molti stranieri residenti in Italia pur risultando nullatenenti hanno proprietà immobiliari nei paesi d'origine, ma quasi nessuno denuncia questi immobili nel Mod. RW. Del resto oggi anche non poche famiglie italiane, pur possedendo immobili, sono in condizione di povertà. Il mercato immobiliare in certi settori e in certe aree è fermo ed i proprietari non riescono a mettere a frutto questi immobili e neppure a venderli, pur dovendo sostenete ogni anno spese (tasse e assicurazioni)