logo


  1. Savino Rispondi
    Se vincerà il no, i greci avranno nel portafoglio della carta straccia che chiamano dracma e che noi chiameremmo lira. Se vincerà il si, il Capo dello Stato greco (lo ha fatto intuire ieri) non lascerà un attimo di più al potere due pazzi e improvvisati statisti come Tsipras e Varoufakis.
  2. gdv@yahoo.com Rispondi
    Come fa a dire che la Grecia è solo illiquida, quando ha un debito pari al 180% del pil, uno stato in bancarotta, un'economia che dopo anni di recessione sarebbe dovuto crescere del 2% quest'anno ed invece a causa di Tsipras%co si continuerà a contrarre del 2/3%? Come fa a sostenere che l'Ecb dovrebbe continuare a sostenere le banche greche se queste non rispettano alcun parametro per ottenere liquidità? Come fa a sostenere che Tsipras non è venuto a mani vuote se continuava ad ostinarsi a mantenere l'Iva ridotta su carburanti, hotel e ristoranti, per gli abitanti delle isole, le baby pensioni per i 50enni, ed elevatissime spese militare proponendo invece una lotteria sugli scontrini fiscali!
    • Miguel Rispondi
      Si vada a guardare le previsioni della troika sugli effetti delle misure proposte sulla crescita del PIL greco: si accorgerà che anche con i governi più ligi , precedenti a quello di Tsipras, le previsioni sono state del tutto errate. Del resto, lo studio accademico per eccellenza che validava i presunti benefici delle misure di austerity, si è rivelato fondato su calcoli errati.
  3. Roberto Plaja Rispondi
    Come può dire che la Grecia e' solo "illiquida" e non insolvente? E' da anni che sappiamo che non possono farcela in nessuna maniera. Grazie, Rp