logo


  1. Gaetano Coletta Rispondi
    E' un caso che alla cena di autofinanziamento del PD di Renzi vengano segnalati fra i partecipanti Beniamino e Marcello Gavio, i patron di Serravalle e delle autostrade?
  2. angelo provera Rispondi
    In questo paese la concorrenza e la libertà d'impresa non esistono. Tutte o quasi le concessioni autostradali sono state girate senza gare e attraverso passaggi azionari guidati dalla politica. Inoltre l'affare più grosso sta nel fatto che assegnano i lavori a se' stessi. Mentre la direttiva europea prevederebbe, in assenza di una gara per l'assegnazione delle concessioni, di appaltare il 100% sul mercato con gare d'appalto.
  3. rob Rispondi
    l'economia adesso più di prima deve avere come obiettivo la creazione e distribuzione di ricchezza. Può qualcuno spiegarmi quali vantaggi si hanno con le autostrade gestite da Benetton?
  4. Giovanni Luciano Rispondi
    Condivido pienamente le cose espresse dal Prof.Ragazzi. Così com'è vera la considerazione che fa mariosavona. noi stiamo preparando una iniziativa come Fit Cisl per provare a dare più voce a tutti quelli che sono contro questo scippo perpetuo ai danni degli italiani. stiamo raccogliendo dati e dichiarazioni e approfondendo tutte le questioni. Se la voce.info e/o il Prof.Ragazzi volessero darci una mano o partecipare ne saremmo ben lieti. in attesa complimenti per questo articolo
  5. antonio Rispondi
    Tutto vero. Purtroppo . Lo Stato di fatto alimenta un ricchissimo oligopolio impermeabile ai cambi di governo e di indirizzo strategico. Non si capisce proprio perché l'Europa non imponga vere gare di concessione che certamente migliorerebbero il servizio con costi ridotti per gli utenti. Oggi a/r tra Torino e Milano o Torino Aosta costa come un intero anno di percorrenza delle autostrade svizzere mentre in Germania le autostrade sono gratis.
  6. francesco matteini Rispondi
    Le considerazioni esposte nell'articolo sono interessanti e anche condivisibili. Tranne la proposta del sondaggio fra gli utenti, che sfocia nel populismo più ridicolo. Allora si potrebbe fare anche un sondaggio fra tutti gli italiani: preferite pagare le tasse e avere i servizi pubblici o non pagarle e arrangiarvi? Scontato il risultato, ma in capo a poco regnerebbe il caos. La corsia di emergenza in un'arteria a scorrimento veloce è un requisito di sicurezza importante, certamente non valutabile dagli utenti senza un'informazione puntuale.
  7. Franco Rispondi
    Dubito che con Bersani, sarebbe andata così. Ma Bersani è vecchio.
    • mariosavona Rispondi
      Anche Bersani e company negli anni passati hanno REGALATO ai Benetton le autostrade e non solo.