logo


  1. alessio fionda Rispondi

    Mi permetto di suggerire agli autori che in Italia l'analisi delle politiche pubbliche non decolla anche per due motivi: il primo è relativo al fatto che l'analisi delle politiche pubbliche non è quasi mai materia di esame nei concorsi pubblici; priviliegiamo ancora troppo la preparazione giuridica, il nostro è un sistema legal-based e non efficiency-based. Il secondo motivo è che manca a livello politico centrale, sia a livello di governo e di ministeri che di parlamento degli uffici di analisi di impatto della legislazione e di analisi delle politiche pubbliche; questo permetterebbe non solo di aumentare la cultura delle politiche pubbliche ma anche di avere leggi migliori.

  2. Carlo Austria Rispondi

    A me sembra che la valutazione degli effetti da parte dei policy makers attuali sia molto semplice: " Se sono stati utili a noi sono soldi ben spesi." Più articolata è la valutazione degli amministratori comunali, ai quali potrebbe interessare la lettura del libro a puro titolo teorico, visto che soldi non ne avranno.

  3. Roberto Rispondi

    Offro una controprova dell'insipienza nell'assegnazione di fondi alle imprese. Sul Supplemento Ordinario n. 172 della Gazzetta Ufficiale n. 163 de 15 luglio 2011 sono pubblicati i Decreti di Ammissione ai finanziamenti di 10 progetti sottoposti dalle imprese alla valutazione del Ministero dell'Università e della Ricerca nel 2002. Ripeto, le domande sono state protocollate nel 2002!