Lavoce.info

Author: Desk Pagina 1 di 161

Il desk de lavoce.info è composto da ragazzi e ragazze che si occupano della gestione operativa del sito internet e dei social network e delle attività redazionali e di assistenza alla ricerca. Inoltre, sono curati dal desk il podcast e le rubriche del fact checking, de "La parola ai grafici" e de "La parola ai numeri".

Il Punto

Il lavoro su piattaforma è un fenomeno in crescita. Un’analisi ne rivela la complessità e mette in luce la necessità di una regolamentazione, anche per scongiurare forme di “caporalato digitale”. La diffusione di Internet influisce sul mondo del lavoro, ma anche sulla partecipazione civica e politica che, come mostra una ricerca realizzata nel Regno Unito, diminuisce. In Italia, alcune cooperative di lavoratori nate per salvare aziende in crisi hanno garantito occupazione e reddito e aumentato la coesione sociale. Ne hanno tratto vantaggio pure i conti dello stato. Nella guerra dei dazi lanciata dagli Usa contro la Cina hanno perso soprattutto i consumatori americani: una lezione da tenere a mente quando si progettano nuove sanzioni. L’incomprensibile divieto di eseguire tamponi Covid nelle parafarmacie ha il merito di aver riaperto la questione della liberalizzazione della professione dei farmacisti.

Sono online i cinque episodi de L’anno che verrà, il nuovo podcast de lavoce che racconta i temi più importanti tra quelli trattati dalla legge di bilancio 2022. Potete ascoltarli sul nostro sito e sulle principali app di podcast.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

L’accesso ai contenuti de lavoce è libero e gratuito ma, per poter continuare ad assicurare un lavoro di qualità, abbiamo bisogno del contributo di tutti. Sostienici con una donazione, anche piccola!

Il Punto

Per la Commissione si avvicina il momento delle scelte chiare: entro la fine di gennaio dovrà decidere se inserire gas e nucleare fra le fonti energetiche “verdi”. La decisione avrà ricadute sugli obiettivi climatici, gli investimenti e la geo-politica. Un programma destinato alle scuole superiori vuole promuovere l’interesse per l’informatica fra le ragazze, superando gli stereotipi che le tengono lontane dallo studio di materie scientifiche. Anche così, in prospettiva, si riducono i divari di genere nel mondo del lavoro. Intanto, sulla scuola si consuma un poco edificante conflitto istituzionale. Ne sono protagonisti alcuni sindaci, che chiudono gli istituti dei loro comuni pur senza essere classificati in “zona rossa”. Per andare da Milano a Parigi ora si può prendere il Frecciarossa e non più solo il Tgv. I tempi di percorrenza rimangono comunque lunghi perché manca una regolamentazione europea di tratte e orari. Nel calcio il fair play finanziario ha spinto le società a cercare la scorciatoia delle plusvalenze fittizie per far quadrare i bilanci: un’analisi sulle squadre dei più importanti campionati europei. La creazione di un’Agenzia europea del debito e la revisione delle regole fiscali sono i due pilastri su cui si fonda una proposta di riforma del Patto di stabilità e crescita, considerato ormai da più parti inadeguato.

Sono online i cinque episodi de L’anno che verrà, il nuovo podcast de lavoce che racconta i temi più importanti tra quelli trattati dalla legge di bilancio 2022. Potete ascoltarli sul nostro sito e sulle principali app di podcast.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

L’accesso ai contenuti de lavoce è libero e gratuito ma, per poter continuare ad assicurare un lavoro di qualità, abbiamo bisogno del contributo di tutti. Sostienici con una donazione, anche piccola!

Il Punto

In Europa si discute di come riformare il Patto di stabilità e crescita. Una proposta suggerisce di rafforzare il quadro di bilancio europeo attraverso una revisione delle regole di bilancio e la creazione di un’Agenzia europea del debito per assorbire quello accumulato durante la pandemia. In Italia, dopo la riforma dell’Irpef contenuta nella legge di bilancio 2022, si è riaperto il dibattito sulla sua progressività. Che però non dipende dal numero delle aliquote, come è chiaro dal confronto fra l’imposta di oggi e quella del 1978. La crisi seguita alla pandemia non ha toccato i pensionati di oggi, ma penalizzerà le prestazioni pensionistiche future. I dati contenuti in un rapporto dell’Ocse danno indicazioni su quanto. Criticato per i rincari della bolletta energetica, il meccanismo di mercato usato in Europa per determinare del prezzo dell’elettricità ha finora portato benefici ai cittadini. La protezione dei consumatori è l’obiettivo della regolamentazione delle professioni liberali, ma andrebbe perlomeno aggiornata per evitare divieti come quello di effettuare tamponi nelle parafarmacie. La Fed si avvia a normalizzarela politica monetaria. È tuttavia una “normalità” radicalmente diversa da quella del passato e comprenderla è fondamentale per prevedere le prossime mosse della banca centrale.

Sono online i cinque episodi de L’anno che verrà, il nuovo podcast de lavoce che racconta i temi più importanti tra quelli trattati dalla legge di bilancio 2022. Potete ascoltarli sul nostro sito e sulle principali app di podcast.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

L’accesso ai contenuti de lavoce è libero e gratuito ma, per poter continuare ad assicurare un lavoro di qualità, abbiamo bisogno del contributo di tutti. Sostienici con una donazione, anche piccola!

L’equità distributiva in manovra – Leonzio Rizzo a Radio Popolare

Approvata in tutta fretta a fine dicembre dalla Camera, la manovra è legge dello Stato con i suoi superbonus e assegni per i figli sia per ricchi che per poveri, con gli sconti fiscali maggiori per chi guadagna di più e tanti altri provvedimenti. Una valutazione dell’equità distributiva della manovra con Leonzio Rizzo a The Game, su Radio Popolare.

La puntata completa è disponibile qui.

Il Punto

L’Inps ha aggiornato l’Osservatorio sui lavoratori dipendenti e indipendenti: è una ricca fonte di informazioni per valutare continuità e cambiamenti della struttura occupazionale del nostro paese. Per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni il governo ha introdotto l’obbligo vaccinale, già previsto per alcune categorie di lavoratori. È un provvedimento ammesso dalla Costituzione e chi non lo rispetta è punibile solo con una sanzione amministrativa. Aiuterà comunque a tenere basso il numero dei ricoverati in terapia intensiva. Lo stato di attuazione del federalismo fiscale si può misurare: un esercizio ci dice qual è la situazione per i diversi livelli di governo. In Africa la popolazione continua a crescere a ritmi elevati, rischiando di innescare gravi tensioni sociali e flussi migratori verso i paesi avanzati.

Sono online i cinque episodi de L’anno che verrà, il nuovo podcast de lavoce che racconta i temi più importanti tra quelli trattati dalla legge di bilancio 2022. Potete ascoltarli sul nostro sito e sulle principali app di podcast.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”. Questa settimana abbiamo anche raccontato alcuni dati sugli universitari italiani in una serie di grafici.

L’accesso ai contenuti de lavoce è libero e gratuito ma, per poter continuare ad assicurare un lavoro di qualità, abbiamo bisogno del contributo di tutti. Sostienici con una donazione, anche piccola!

Il Punto

Nel periodo festivo lavoce ha continuato a pubblicare articoli e commenti su vari temi. Vaccini e conseguenze della pandemia restano in primo piano. Per evitare il collasso delle terapie intensive, l’unica soluzione è aumentare il numero dei vaccinati. E infatti il governo, nel suo ultimo decreto, ha esteso l’obbligo vaccinale. Tuttavia, secondo un’indagine, difficilmente la misura riuscirà a portare i no-vax più convinti nei centri vaccinali. Intanto i presidi chiedono la Dad fino al 31 gennaio. Eppure, uno studio mostra che la didattica a distanza riduce gli apprendimenti degli studenti di tutte le classi sociali. In più, una ricerca rende chiaro come il Covid-19 abbia notevoli conseguenze sugli stili di vita e sulla salute mentale dei giovani. Il Superbonus, un provvedimento fortemente voluto dai partiti, favorisce le fasce di reddito più alte. Così come fa un’altra misura contenuta nella legge di bilancio: la revisione delle aliquote Irpef. D’altra parte, benché preoccupati dall’aumento della disuguaglianza, gli italiani rinunciano a chiedere interventi per ridurla, per sfiducia nelle politiche redistributive. Uno strumento per ridurre la riproduzione della disuguaglianza economica tra generazioni sono le politiche come l’assegno unico per i figli che considerano i bambini come cittadini. Nel 2022 si profila un cambiamento nel diritto societario: un disegno di legge detta norme sulla prassi che consente al Cda uscente di proporre ai soci una lista di candidati per il rinnovo. La libertà di impresa applicata agli investimenti nei settori regolati, come fa una sentenza della Corte costituzionale, finisce per favorire i concessionari e ridurre la concorrenza. Contrariamente a quanto spesso si dice, le multinazionali possono favorire la transizione ecologica, a patto che investano in tecnologie verdi.Valutati a mente fredda i risultati del G20 di Roma dimostrano che il multilateralismo può funzionare. Si ritorna a parlare di banconote da un euro: su lavoce ne avevamo discusso vent’anni fa.

Il 29 dicembre è scomparso Francesco Daveri, professore universitario, redattore de lavoce, che ha coordinato dal 2014 al 2020. Abbiamo raccolto qui tutti i messaggi di saluto e ricordo che abbiamo ricevuto. E abbiamo pubblicato due contributi di Fausto Panunzi e Marco Vicinanza, che ne raccontano la figura, umana e professionale.

Sono online i cinque episodi de L’anno che verrà, il nuovo podcast de lavoce che racconta i temi più importanti tra quelli trattati dalla legge di bilancio 2022. Potete ascoltarli sul nostro sito e sulle principali app di podcast.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

L’accesso ai contenuti de lavoce è libero e gratuito ma, per poter continuare ad assicurare un lavoro di qualità, abbiamo bisogno del contributo di tutti. Sostienici con una donazione, anche piccola!

Messaggi per Francesco Daveri

Tutti i messaggi di affetto e in ricordo di Francesco Daveri, professore universitario, redattore de lavoce.info – di cui è stato coordinatore dal 2014 al 2020 – e grande divulgatore.

Francesco Daveri su lavoce.info

Cari amici e amiche, lettori e lettrici,

Il 29 dicembre è mancato Francesco Daveri.

Francesco è stato un amico fraterno per molti di noi. Presente, attento, profondo, generoso e spiritoso. Entusiasta, coinvolgente, gentile, curioso e ironico.

È stato l’anima del nostro sito per molti anni. L’ha fatto crescere, in contenuti, in presenza nel dibattito, nel numero di persone e di giovani coinvolti. Ha messo sempre grande cura, oltre che spirito, intelligenza, ottimismo e visione in tutto quello che ha fatto per lavoce.

Ci mancherà moltissimo

Chiunque voglia lasciare un messaggio per ricordarlo, può inviarcelo tramite questo modulo. Verranno poi tutti pubblicati in questa sezione dedicata del nostro sito in suo ricordo.

Ecobonus, tra dubbi e certezze – Leonzio Rizzo a L’aria che tira

Leonzio Rizzo è intervenuto a L’aria che tira su La7 per parlare dei limiti del Superbonus 110 per cento, dal rischio truffe fino agli effetti distributivi.

Pagina 1 di 161

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén