Lavoce.info

Categoria: La parola ai numeri Pagina 24 di 25

L’ITALIA CHE NON CRESCE

Pil a prezzi costanti.  Dati destagionalizzati. Variazione percentuale sul trimestre precedente.  I trimestre 2008 = 100. Fonte Eurostat

DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

 

PRODUZIONE INDUSTRIALE

 

I CONTRATTI DEI GIOVANI

 

REVISIONE DEL PIL, EFFETTO TROMPE-L’OEIL

L’Istat ha pubblicato il dato del Pil 2010: +1,2 per cento rispetto al 2009. Nelle stime preliminari del Pil,  pubblicate il 15 febbraio, l’Istat registrava una crescita del 1,1 per cento rispetto al 2009, anno in cui il  Pil italiano era sceso del 5,0 per cento sul 2008.
Si tratta di una revisione al rialzo di uno 0,1 per cento? Non proprio. L’Istat ha semplicemente rivisto il dato dell’anno precedente. Il Pil del 2009 è sceso, sul  2008 non del 5 per cento, ma del 5,2 per cento.  Lo stesso livello di Pil del 2010 si applica dunque a un più basso livello del Pil 2009. Per questo la crescita risulta maggiore.
Ricordiamo che in tempi di grandi crisi è fondamentale tenere come riferimento i livelli a cui eravamo prima della recessione: il nostro Pil è ancora dello 5,2 per cento più basso rispetto al primo trimestre 2008.

LE DIFFERENZE DI SALARIO TRA UOMINI E DONNE

 

LA QUALITÀ DELLA SCUOLA PUBBLICA E DI QUELLA PRIVATA

 

PETROLIO AFRICANO

 

Italia e Germania dopo la crisi: l’andamento del Pil

 

LA LEGGENDA DEL NUMERO FISSO DI POSTI DI LAVORO

 

Pagina 24 di 25

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén