Lavoce.info

Author: Greta Ardito Pagina 1 di 4

ardito

Autrice e conduttrice del podcast “lavoce in capitolo”, collabora con lavoce.info dal 2018. News editor a Class Cnbc e collaboratrice di Linkiesta. Laureata al MSc in Economic and Social Sciences all’Università Bocconi. Ha fatto parte per dieci anni dell’associazione internazionale European Youth Parliament. Ha coordinato l’avviamento di un progetto di ricerca sul populismo via Twitter per la Fondazione Rodolfo Debenedetti. Su twitter @greta_ardito
 

Razzismo, l’altra pandemia che infetta gli Usa

Pesa l’eredità di Salvini sull’accoglienza degli stranieri

Un report di OpenPolis mostra che il sistema di accoglienza italiano tra il 2017 e il 2018 si stava trasformando in un modello diffuso gestito principalmente da centri di accoglienza piccoli e medi. Con il decreto “sicurezza” questa tendenza ha subito una battuta di arresto e oggi si privilegiano i grandi centri gestiti da grandi organizzazioni.

Emilia-Romagna contro Veneto: chi vince su tasse e sanità?

Il fact-checking de lavoce.info passa al setaccio le dichiarazioni di politici, imprenditori e sindacalisti per stabilire, con numeri e fatti, se hanno detto il vero o il falso. Questa volta tocca alle dichiarazioni su Veneto ed Emilia-Romagna del direttore di Libero Pietro Senaldi e del presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

Chi fa ancora soccorso in mare?

Le missioni di ricerca e soccorso in mare si sono drasticamente ridotte. Una conseguenza del calo degli sbarchi, ma anche delle scelte politiche del ministro dell’Interno. Ora il rischio di morire durante la traversata nel Mediterraneo centrale è aumentato.

Cosa dice davvero la Corte europea sui porti chiusi alla Sea Watch

Il fact-checking de lavoce.info passa al setaccio le dichiarazioni di politici, imprenditori e sindacalisti per stabilire, con numeri e fatti, se hanno detto il vero o il falso. Questa volta tocca alle affermazioni di Matteo Salvini e Giorgia Meloni sulla sentenza della Cedu nei confronti della nave Sea Watch 3.

Chi vince e chi perde nel giro di poltrone dell’Europa

Con l’elezione del Parlamento europeo il rinnovo delle istituzioni è appena cominciato: entro l’autunno dovranno essere scelte quattro cariche determinati. In passato il gioco delle nomine ha favorito i paesi fondatori della Ue, in particolare Francia e Germania.

Cosa serve all’Italia per contare di più tra i grandi paesi

Quale sarà il ruolo dell’Italia nel G20 di fine giugno in Giappone? In base all’esperienza, per ottenere risultati abbiamo bisogno di una buona immagine del nostro paese nel mondo e un presidente del Consiglio autorevole. E ci serve un alleato potente.

Elezioni europee: la par condicio ai tempi dei social

I dati Agcom mostrano che i partiti al governo godono di maggiori tempi di parola nei Tg e trasmissioni delle principali reti televisive. La par condicio promuove parità tra le forze politiche, ma il suo compito è sempre più difficile in un mondo dove la politica si fa sui social network.

Un anno di governo tra riforme monche e mancate

Allo scoccare del suo primo anno di vita, il governo Lega-5stelle presieduto da Giuseppe Conte ha all’attivo alcune riforme contenute nel “contratto” tra i due partiti, ma conta molte promesse mancate e qualche riforma realizzata solo a spizzichi e bocconi.

Se nei programmi dei partiti l’Europa diventa un bancomat

Con le elezioni europee alle porte, uno sguardo ai programmi elettorali ci mostra come molte proposte si riferiscano alla sfera nazionale italiana. Per tutti manca una visione lungimirante e l’Europa, al contrario, sembra buona soltanto per chiedere soldi.

Pagina 1 di 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén