Lavoce.info

Author: Claudia Villante

Attualmente Primo Ricercatore in Istat, ha lavorato presso l’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (Anpal) e l’Istituto nazionale analisi delle politiche pubbliche (Inapp). Si è occupata di valutazione delle politiche sociali e del lavoro, con particolare riferimento all’impatto sulle fasce deboli ed ha ricoperto diversi incarichi di esperta per l’analisi di genere delle politiche pubbliche. Ha svolto attività di docenza presso l’Università di Roma dove ha conseguito un dottorato di ricerca in “Sistemi sociali e analisi delle politiche pubbliche".

Violenza di genere: qualche spiraglio nell’emergenza

La ricorrenza della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne riporta alla luce i numeri drammatici dei femminicidi e lo stato di emergenza in cui vivono le vittime di violenza. Alcuni passi in avanti sono stati fatti, ma sono ancora troppo timidi.

Contro la violenza di genere l’arma della prevenzione*

Fanno riflettere i dati della recente indagine Istat sull’accettabilità sociale della violenza di genere. È evidente la necessità di una strategia più ampia che punti sulla prevenzione, oltre a rafforzare la protezione delle vittime e a punire gli autori.

Una telefonata contro la violenza di genere*

Accanto ai numeri rilevati dalle indagini, c’è un altro indicatore che misura la portata della violenza di genere nel nostro paese: è il numero verde 1522. L’analisi su chi e perché telefona può aiutare a definire gli interventi più idonei per le vittime.

Perché è un problema se nei licei ci sono pochi stranieri

Sono pochi i ragazzi di origine straniera che frequentano i licei. Più che suscitare polemiche sulle singole scuole, il dato dovrebbe far riflettere sulla scarsa qualificazione di una futura forza lavoro che dovrebbe compensare il calo demografico.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén