logo


  1. ugo di girolamo Rispondi
    Per sconfiggere definitivamente le mafie occorre spezzare i rapporti tra clan e politici. Negli ultimi anni sono state prodotte alcune analisi innovative sulla questione mafiosa che puntano alla definitiva risoluzione del problema con strategie radicalmente diverse rispetto al passato, fondate proprio sulla necessità di spezzare il legame mafie-politica e pubblica amministrazione. Si veda in proposito http://mafiepolitica.blogspot.it/2012/02/nuovi-orientamenti-nella-lotta-alle.html
  2. Franco Rispondi
    Lacrime di coccodrillo sulle vittime della ludopatia, delle sale giochi controllate dalle mafie. Ma si potrebbe andare a vedere chi ha sostenuto e approvato le leggi a favore degli importatori e noleggiatori di quelle macchinette? A mia conoscenza solo la Gabanelli ci ha provato, un paio di anni fa, poi troppo silenzio sull'origine di questa piaga che prima non c'era perché le macchinette erano illegali.
  3. sc Rispondi
    Ma la vicenda Nicastri non è del 2010?
  4. salvatore Rispondi
    Ma se avevamo un ministro che ha fatto una Legge-scudo fiscale al 5% (votata dalla maggioranza) che è molto meno costosa di un normale riciclaggio che va dal 9% al 30% (tratto da un lipro dell'attuale presidente del Senato) che cosa dire? E una Legge sulle pale eoliche che vengono incentivato NON sulla base dell'energia prodotta ma sulla loro costruzione, che dire? E se il CIP6, mediante un "onorevole" che si è prestato al gioco ha assimilato il catrame alle energie rinnovabili, che fare?