logo


Rispondi a Ivan Berton Annulla risposta

1500

  1. felice goldsmith Rispondi
    Professore, l'ultima rivalutazione/affrancamento degli immobili risale al 2008 e in fase di redazione dei bilanci ci si pone il problema in merito all'adeguatezza del valore e non il contrario. Ovviamente mi riferisco a coloro che hanno aderito alla legge. Con l'attuale stretta in tema di società di comodo mi chiedo se invece sia opportuno approvare una nuova norma in tema di scigliomento agevolato per le immobiliari di gestione. Se venissero approvate aliquote appettibili dal mio punto di vista molti preferirebbero sciogliere questi contenitori e il problema delle plusvalenze verrebbe risolto alla radice considerato che ai fini irpef non si realizza plusvalenza dopo 5 anni dell'acquisto.
  2. Giuseppe Rispondi
    Mi ritrovo ad avere ereditato società con immobili acquisiti negli anni 80 , volendo vendere , straconvinto che il deprezzamento immobiliare in Italia pùo solo progredire , anche per un semplice fattore demografico, MI ritrovo a dover pagare 4 tasse a cascata è tutte molto pesanti che , contialla mano superano il 50% del valore di quello che dimetterò, che fa due passaggi (uno è all'assegnazione ai soci, dal quale non si muove un euro) dato che vendere da società è quasi impossibile,quindi da società ai soci e poi all'acquirente Ires Plusvalenza società : 27,50 % + Irpef socio plusvalenza sulle quote : 33,33% + Registro e catastali : 4% + irpef su eventuale ultima plusvalenza 33.33% Chiaramente per il fisco i valori di riferimento sono quelli OMI attualmente superiori alle offerte che stiamo ricevendo. DI contro mia moglie ha ereditato una prima casa prontamente venduta ,(siamo emigrati), ed ha pagato zero sulla plusvalenza! DI sicuro c'è che emigreranno anche i mie di soldi.....
  3. Arnaldo Mauri Rispondi
    Articolo su un tema molto interessante e sinora trascurato anche dai vari governi. In Germania sostengono che la ricchezza media familiare italiana è superiore a quella tedesca. Lasciano quindi comprendere di essere favorevoli ad una tassazione più alta dei patrimoni familiari italiani per ridurre il Deb/PIL. Ma nei patrimoni italiani la parte importante è quella immobiliare dove i prezzi sono mediamente superiori a quelli della Germania. Un appartamento a Roma ha un prezzo al mq pari ad almeno 3 volte quello di un appartamento di medesimo livello a Berlino. Ma una famiglia romana con lavoro a Roma non può vendere e trasferirsi a Berlino. La causa dei prezzi alti in Italia deriva anche dai patrimoni immobiliari ingessati perché intestati a soc. a valori pre-inflazione che in caso di vendita implicherebbero imposte elevatissime con effetti espropriativi. Il prossimo governo potrebbe sbloccare questi beni e incassare imposte consentendo rivalutazioni e agevolando in qualche modo cessioni di immobili o scioglimenti di società con attribuzione degli immobili alle persone fisiche dei soci.
  4. Ivan Berton Rispondi
    Filippo ti do ragione, però mettiti nei panni di chi come me ha comprato l'immobile nel periodo 2006/2008, che sta pagando un mutuo che è più alto del valore dell'immobile in questo momento sul mercato, che non può cambiare mutuo dato che i tassi sono alle stelle, tu che faresti ? Io non sono una banca che con un pò di giochetti contabili rigira le perdite agli altri , e al massimo se fa buchi giganti interviene lo stato che siamo noi ( vedi MPS ). Qui si tratta di, o perdere subito il 20% del valore della casa ( scusa ma parliamo di 20/30000€ ), oppure continuare a sperare che almeno le quotazioni ritornino a quando è stata comprata, almeno nessuno ci guadagna ma nemmeno ci perde. Le banche non devono perderci i privati si ?
    • Licurgo Fava Rispondi
      Ivan sei anche tu vittima della assurda fissazione per il mattone degli italiani. Gli immobili nel periodo 2006-2008 sono stati venduti a prezzi folli, completamente ingiustificati. Il valore della tua casa non tornera' mai a quei prezzi, o vendi ad un prezzo inferiore oppure te la tieni. Se intendi vendere ti conviene farlo il prima possibile, perche' i prezzi delle case nei prossimi anni continueranno a scendere ed anche di parecchio.
  5. FILIPPO Rispondi
    Concordo, qualsiasi maniera utile a far scendere i prezzi degli immobili è puro ossigeno per l'economia.