Lavoce.info

Il Punto

Due affermazioni sono ricorrenti in questa già fin troppo lunga crisi politica. La prima è che “il drammatico aumento dei licenziamenti è colpa della riforma Fornero”. La seconda è che “il Belgio ha potuto fare a meno di un Governo per due anni senza contraccolpi sull’economia”. Nessuno ha provato a trovare riscontri di queste due tesi. Noi l’abbiamo fatto. E la realtà sembra molto diversa: sin qui la riforma Fornero ha ridotto le assunzioni, ma non ha aumentato i licenziamenti; e il Belgio ha pagato la mancanza di un governo con quasi un punto di Pil.
Al prossimo sindaco di Roma toccherà occuparsi con urgenza del trasporto urbano al collasso che oggi fa gravare sulla collettività un miliardo e mezzo di costi. La strada dello stimolo della concorrenza è ineludibile anche per via dei regolamenti europei.
L’Eurogruppo discute della crisi di Cipro. Il pericoloso precedente del prelievo sui conti correnti, ha portato a galla le debolezze dell’attuale architettura istituzionale dell’area euro. Che è incapace di prendere le decisioni indispensabili.
Nel libro dei sogni delle promesse elettorali, la non pignorabilità della prima casa è stata cavalcata sia da liste di destra sia dal Movimento 5 stelle. Applicarla affosserebbe il mercato dei mutui e il credito ipotecario, aggravando il credit crunch. Si può invece pensare di proteggere l’abitazione se Equitalia vuole accendervi un’ipoteca.
Da quattro mesi i premi per l’assicurazione Rc-auto sono uguali per uomini e donne. Per capire chi perde e chi guadagna abbiamo messo a confronto 2500 preventivi di varie compagnie. Le giovani donne pagano di più, anche per gli altri.
In un nuovo Dossier gli interventi pubblicati su lavoce.info dei sondaggisti che spiegano perché i risultati del voto di febbraio sono così distanti dalle loro rilevazioni durante la campagna elettorale. Abbiamo loro posto alcune domande. Attendiamo adesso le risposte.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Precedente

Il Belgio non è un buon esempio

Successivo

Licenziamenti e legge Fornero

  1. Laura Visentin

    Sui licenziamenti -o meglio sulle mancate riassunzioni- “causati” dalla riforma Fornero, può esistere un legame fra le nuove disoccupazioni e le disposizioni introdotte in merito alle riassunzioni dei tempi determinati? Il fatto che siano stati introdotti tempi più lunghi fra il termine di un tempo determinato e la riassunzione del lavoratore è infatti motivo per il quale realtà quali le cooperative non riassumono lavoratori negli appalti riaffidati.

Lascia un commento

Non vengono pubblicati i commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente. Non vengono pubblicati gli indirizzi web inseriti a scopo promozionale. Invitiamo inoltre i lettori a firmare i propri commenti con nome e cognome.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén