logo


Rispondi a Giacomo Annulla risposta

1500

  1. Federico Leva Rispondi
    Situazione spiacevole, ma in linea generale non vedo nulla di scandaloso in un obbligo di ritiro superiore al 100 % dell'immesso: dopotutto ci sono decenni di arretrato da recuperare, no? Un qualche incentivo economico alla pulizia di eventuali sacche di accumulo di pneumatici usati non può che far bene, ed è giusto che il costo sia scaricato su chi compra o usa gli pneumatici nuovi. Scaricare il costo sulla fiscalità generale sarebbe un'altra forma di sussidio alle fonti fossili.
  2. LUIGI COMANDATORE Rispondi
    Per un addetto ai lavori (sono un gommista), di cui sino allo scorso hanno mi sono prodigato come migliore questo annoso problema nella mia provincia contro le discariche a cielo aperto, condivido il suo interessante articolo che tale rimarrà. Il problema è soprattutto politico, la politica ha gli occhi bendati e fa finta di nulla perché incapace. Dove abito, risiede la senatrice del m5s, essa era al ministero dell'ambiente, avevo riposto in questa persona l'interesse per una svolta vera e duratura, era interessata a scrivere una legge con l'apporto delle mie conoscenze, silenzio assoluto, pare che fosse interessata all'inquinamento marittimo e quello ambientale e poco a quello terrestre, pur documentata dal sottoscritto, non se ne fece più nulla, tutto caduto nel dimenticatoio. Secondo le mie esperienze, ai politici tutti, questo comparto non conta nulla, non porta visibilità e quindi, non porta voti. Al di là di ciò, se desidera approfondire gli argomenti per tentare di apportare dei cambiamenti che non siano solo articoli giornalistici, sono a sua disposizione.
  3. Lorenzo Rispondi
    Un po' come la storia della flat tax. Ora chi arranca con 15k€ paga percentualmete quanto chi ne guadagna il quadruplo. :-(
  4. Giacomo Rispondi
    Molto interessante. Queste sono distorsioni che pesano sul sistema Italia e, se non si fa niente per ridurle (o, come in questo caso), le si aumenta, allora non c'è recovery fund the tenga
  5. Giampaolo Vitali Rispondi
    Complimenti per l'articolo, molto preciso e dettagliato.
  6. Luca Cigolini Rispondi
    Tolleriamo il nero e tartassiamo gli onesti? Purtroppo non è una novità! (Grazie comunque per la documentata segnalazione)