logo


Rispondi a Firmin Annulla risposta

1500

  1. Guido Longoni Rispondi
    Vorrei sottolineare che una revisione dei criteri di classificazione della spesa come quella indicata avrebbe effetti epocali per la pubblica amministrazione e per il PNRR. Per essere efficace la nuova definizione degli investimenti richiederebbe tra l'altro una diversa selezione/formazione dei funzionari, una allocazione delle responsabilità in base a progetti, nuovi parametri di valutazione dei risultati dell'intervento pubblico. Potrebbe essere uno strumento semplice ma essenziale per sostenere il lancio di una strategia di ricostruzione del paese in una prospettiva finalmente europea e potrebbe essere un tassello importante del necessario sforzo di riforma di tutto il sistema pubblico, obbligando a una visione più chiara ed esplicita di come si vuole che l'Italia si trasformi per affrontare il futuro - con l'assunzione da parte del potere politico e delle tecnostrutture delle reciproche responsabilità. Non più "elenchi della spesa" ma progetti di cambiamento ...
  2. Ettore Paolino Rispondi
    Oltre ad una profonda riforma dei criteri di contabilizzazione del capitale occorrerebbe anche rivedere l'intero Fiscal compact ed i parametri di calcolo del deficit strutturale.i criteri di stima del output gap basati sul NAIRU e sul Pil potenziale ormai non hanno più alcun senso. Ho letto che, secondo questi criteri, in Spagna verrebbe considerato "normale" avere un tasso di disoccupazione del 18%:un tasso minore di Nairu sarebbe inflazionistico! Assurdità totali.
  3. Ezio Pacchiardo Rispondi
    In considerazione della fuga dei cervelli, per noi il capitale umano sarebbe una perdita che aggraverebbe la nostra situazione attuale. In continuazione vediamo nostri intelletti operare in altri stati dove hanno portato vantaggi scientifici e tecnologici che noi non abbiamo saputo tenere ed utilizzare.
  4. Emanuele De Candia Rispondi
    Il problema misurazione dovrà essere affrontato senza surclassare i criteri tradizionali. Con tutti i limiti che l'articolo ha evidenziato, rimangono i più rigorosi. Le imprese private e in particolare quelle più innovative soffrono il medesimo problema. Molti investimenti in intangible assets rimangono non contabilizzati nel bilancio annuale, creando asimmetria informative e costi del capitale più alti quando invece sarebbero più solide nel medio lungo termine per qualsiasi investitore e in ultima analisi più sostenibili a rispondere ai bisogni della collettività: capacità di creare lavoro qualificato tra tutti. Nel settore privato molte sono le iniziative che stanno indirizzando investitori finanziari e attività economiche verso metodi di misurazione non monetari per la disclosure di esternalità sia negative (es. ambiente) che positive (gestione delle risorse umane). I criteri ESG sono entrati di fatto nella gestione dei rischi. La giusta critica fatta nell'articolo si rafforza una volta preso atto che la programmazione del PNRR a valere del RRF europeo non tiene conto non solo del capitale economico (non risulta alcuna analisi né micro né macroeconomica, né analisi di impatto con metodi multicriterio), né di capitale naturale né del basilare capitale fisico (semplici output). Ho rimarcato di non surclassare i criteri tradizionali per questo motivo all'inizio.
  5. Firmin Rispondi
    Triste quella nazione che ha bisogno di nuove classificazioni e regole contabili prima di valutare la propria prosperità e i propri progetti. Ma “Il coraggio, uno, se non ce l’ha, mica se lo può dare”, come direbbe il Manzoni, quindi non è un caso se non abbiamo avuto l'ardire di prendere sul serio "un sistema di indicatori di risultato semplici, misurabili e riferiti ai programmi del bilancio", come prescriveva l'art. 3 della legge di contabilità e finanza pubblica n.196/2009. Davvero crediamo che le cose cambierebbero se decenni di saggi, comitati e commisisoni ristrette ci portassero ad esclamare "Per tutti i diavoli! Sono più di quarant’anni che parlo in prosa. Vi sono molto grato di avermi informato" come il borghese-gentiluomo Jourdain?