I centri per l’impiego non riescono a colmare la distanza tra domanda e offerta di lavoro. Il Recovery Fund è un’occasione da non sprecare per moltiplicarne il numero e potenziarne le funzioni. È alle politiche attive del lavoro che spetta il compito di tutelare i lavoratori più colpiti dalla crisi. Ma non sono ancora chiari la divisione dei compiti e il grado di autonomia delle diverse agenzie.
I criteri di scelta per i vertici delle autorità di regolazione dovrebbero essere indipendenza e competenza. Invece, come dimostrano le recenti nomine AgCom, la politica ha ancora troppo peso. Politica che, in materia di semplificazione, continua a non avere in mente un disegno chiaro e coerente. Con il nuovo decreto cambiano i procedimenti, ma non l’organizzazione delle risorse.
Tornare al modello didattico pre-Covid non è pensabile ma continuare a tenere chiuse scuole e università ha costi individuali e sociali altissimi. Una soluzione potrebbe venire da un modello misto.
Alla base della nuova strategia della Fed c’è la volontà di non consolidare le aspettative di inflazione al ribasso. Anche le altre banche centrali si adegueranno?

Tornano le puntate de “Le parole chiave dell’economia”, il podcast de lavoce.info in collaborazione con il Festival di Trento. Parola chiave della settimana: Nudging, con Luigi Mittone.

Si è chiuso domenica il concorso di idee “Un settore pubblico acceleratore di sviluppo”, rivolto a tutti gli studenti universitari e di dottorato. Le proposte che ci sono arrivate sono ora in fase di valutazione e l’idea vincitrice sarà premiata nel corso del Festival dell’Economia di Trento.

Nel momento della scomparsa della madre di Tito Boeri, Cini, la redazione si stringe con affetto attorno all’amico e collega.

Spargete lavoce: 5 per mille a lavoce.info
Destinate e fate destinare il 5 per mille dell’Irpef a questo sito in quanto “associazione di promozione sociale”: Associazione La Voce, Via Bellezza 15 – 20136 Milano, codice fiscale 97320670157. Grazie!

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!