logo


Rispondi a neri Annulla risposta

1500

  1. Mauro Cappuzzo Rispondi
    Quindi, dato che nel 2014 sono arrivati in Italia 170.000 clandestini e nel 2016 altri 180.000 allora i 20.000 di quest’anno non sono un problema? Non mi ė chiaro il ragionamento. Inoltre, dalla tabella pubblicata risulta che in Germania, Francia e Spagna i clandestini ai quali ė stato concesso un permesso per motivi di lavoro sono poco più del 10%. Forse perché il lavoro non c’è?
  2. Fabrizio Razzo Rispondi
    Basta con questa propaganda, interessata, sull’immigrazione e con la falsa narrazione che gli attuali flussi sono drasticamente ridotti rispetto a precedenti anni. Ma il problema è che si aggiungono alle centinaia di migliaia di immigrati clandestini già presenti. E, come dicono gli arabi, è sempre l’ultima balla di paglia che fa stramazzare l’asino. Anche perché la retorica europea è fasulla: nessuno vorrà accettare parte degli arrivi se non in quantità irrisoria. E noi continueremo ad essere il campo profughi d’Europa. Con impatto devastante, oltre che economicamente, anche socialmente soprattutto in prospettiva. E i paesi dell’est che citate ritengo siano soggetti ad immigrazione di diversa provenienza rispetto alla nostra.
  3. neri Rispondi
    emergenza o meno le ripercussioni negative sul popolino sono evidenti tanto che al voto nelle periferie la destra prevale su tutti gli altri partiti, è voluto?