logo


  1. Wu Ming Rispondi
    Cisco nel global networking trends report ha già previsto che nel 2022 più dell’80% del traffico internet sarà video. Chiedo all’autore di giustificare l’utilizzo di fondi pubblici per sostanzialmente garantire l’accesso a Netflix in UHD. Grazie.
    • Marco Rispondi
      Nel report c'è anche scritto che il traffico video é sostanzialmente netflix in uhd?
      • Wu Ming Rispondi
        Pag 46
  2. Roberto Camporesi Rispondi
    Pur nello spazio stringato di 1 articolo, credo che il rievocare questo tema non possa prescindere da una constatazione impietosa sulla traiettoria percorsa dopo la privatizzazione (con scarsa liberalizzazione) avvenuta nel 1998. Se era pur vero che Telecom era un carrozzone pubblico, nel 1998 la nostra rete si posizionava nei primi posti europei. Dopo 22 anni, l'azienda privatizzata dopo essere passata di mano varie volte è una azienda con 24 mld€ di debito e il nostro posizionamento nelle classifiche europee è via via scivolato verso gli ultimi posti perchè nel frattempo non ci siamo preoccupati di fare gli investimenti necessari a sostegno di questa infrastruttura strategica. Credo che appaia evidente che la privatizzazione non fu fatta con la necessaria visione strategica che una infrastruttura di quest tipo richiedeva.E' utile richiamare che le privatizzazioni successive (rete energia elettrica, gas e ferrovie) si ispirarono al principio dell'unbundling tra rete e servizi mantenendo sotto il controllo pubblico l'infrastruttura (che è considerata bene comune, che sarebbe sciocco duplicare, ecc.). Infratel prima e Infracom poi presero forma quando si realizzò che gli investimenti sulla infrastruttura non venivano fatti ed era meglio che lo stato tornasse ad occuparsi delle zone a fallimento di mercato (mentre il mercato investiva poco, ma con ridondanze poco razionali, nelle aree ritenute più appetibili). Bisogna rimediare alle cose storte del 1998
  3. Controbastian Rispondi
    Secondo me: se in casa mia sono proprietario io, in Italia dovrebbe essere lo stato.
  4. Marco Rispondi
    Grazie mille per questo articolo! I settori delle telecomunicazioni e dei servizi web sono un ambito sempre più importante nella nostra società ma ancora troppo poco dibattuto. Mi piacerebbe che rispetto al problema della proprietà espresso in fondo all'articolo, si includesse nell'equazione anche aspetti importantissimi legati ai dati che vengono raccolti o che potenzialmente possono essere raccolti da tutto gli attori in gioco. Ad esempio le finalità di raccolta, garanzie sulla privicy e il valore dei dati (in euro). Ciao!