logo


Rispondi a Savino Annulla risposta

1500

  1. Paolo Rossi Rispondi
    Si ha come l'impressione che il governo sia fortemente preoccupato di perdere i notevoli proventi dalle accise sui prodotti energetici... nel caso di una sostanziale decarbonizzazione si assisterebbe ad una massiccia riduzione dei costi sostenuti da cittadini ed imprese e parallelamente una analoga riduzione degli introiti pubblici... in un quadro di fortissimo debito pubblico evidentemente non è consentita alcuna riduzione delle entrate pena far saltare lo spread a livelli insostenibili... In ogni caso questo comportamento da parte di un governo che dovrebbe essere progressista-riformista proprio non lo comprendo.
  2. Savino Rispondi
    Non tocca ai cittadini, già provati dalla crisi, cambiarsi l'auto o l'elettrodomestico così come è sempre iniquo continuare ad analizzare le pattumiere domestiche e condominiali a fronte di grandi realtà industriali che inquinano e di società partecipate che non smaltiscono a dovere, per non parlare di quanto il malaffare ha messo la mani in materia.