logo


  1. Alberto Presutti Rispondi
    Fatevi alcune domande dopo aver rivisto i film della serie "Fantozzi", specie i primi, i meno assurdi. Un ritratto impietoso, per quanto surrealmente metaforico, dell'impresa in Italia. Insegno Business e Global Etiquette, e in Italia, constato tristemente che le imprese, non sanno neanche cosa è. Chiedete all'estero. i
  2. paolo pini Rispondi
    Che la produttività dipenda anche, e soprattutto, da condizioni macro sono completamente d'accordo. Ma qui si vuole mettere in evidenza un fattore spesso trascurato e che influenza la produttività dell'investimento e del capitale tangibile, ovvero di alcune componenti del capitale intangibile, quali formazioni, sistemi retributivi, organizzazioni della produzione, coinvolgimento dei dipendenti e rappresentanze. Suggerisco anche un lavoro per l'Italia che mostra la rilevanza delle complementarietà tra nuove forme di organizzazione del lavoro ed investimenti in ict, uscito originariamente come wp in Banca d'Italia, nel 2001. Bugamelli M., Pagano P. (2004), Barriers to Investment in ICT, Applied Economics, 36(20), pp.2275-2286. Saluti cordiali
  3. marco Rispondi
    Penso che le best work organization practices congiuntamente ad altre variabili microeconomiche incidano veramente poco sulla catastrofica situazione economica che sta vivendo il nostro paese - Non si potrebbero altrimenti spiegare le performance a livello di crescita del PIL di paesi come la Turchia, l'Argentina la Cina e via dicendo - Il fatto che paesi dall'alta produttività come il Giappone e la Corea del Sud negli ultimi due decenni abbiano avuto pesanti difficoltà a livello di crescita e che la stessa Francia e la Germania negli ultimi anni abbiano registrato tassi di crescita modesta oramai negativa ne sono la prova evidente - L'aumento della produttività aumenta l'efficienza ma di conseguenza anche il numero dei disoccupati in quanto il lavoro si automatizza - ciò determina un calo dei consumi e della domanda vero problema delle economie in recessione e in deflazione - La soluzione del problema della crescita scarsa va cercata nel quadro macroeconomico che ci affligge che impedisce agli Stati e alle banche centrali europee di intervenire con politiche di deficit-spending per rianimare le morenti economie e finanziare le riforme con politiche a debito e non a credito.
    • Ariano Vittorio Iacopini Rispondi
      Concordo totalmente con Marco. Aggiungo inoltre che quando si parla di coinvolgere le organizzazioni sindacali in Italia si rischia di bloccare ed affondare l'azienda. Quindi non si può generalizzare ed occorre valutare caso per caso sulle modalità di introduzione delle best pratics. Cmq oggi l'Italia vive una condizione che ha ben illustrato Marco. L'articolo di Pini Cmq interessante.