logo


Rispondi a marcello Annulla risposta

1500

  1. marcello Rispondi
    Siamo di fronte a una pandemia di un virus per cui non abbiamo farmaci specifici (antivirali) ne un vaccino e ci chiediamo se deve essere o meno lo stato, gli stati o chi altro non so ad acquistare le mascherine? Ma sono in una commedia di Jonesco o cosa? esiste una responsabiità dei Governi nazionali che non hanno creato delle strutture decisionali e operative atte a gestire emergenze catastrofiche e quindi costruire riserve di mezzi per fronteggiarle. La pandemia del CoVid-19 non è un cigno nero ma un esempio di incapacità di risk management. L'OMS si è sgolata a urlare che era molto alto il rischio di una pandemia e guarda caso in cima alla lista dei possibili patogeni ci sono SARS e MERS. Esiste, perchè al peggio non c'è mai limite, una responsabilità ancora più grande della Commissione Europea che non ha richiesto, appena appariva chiaro quello che si stava profilndo (qualcuno ricorda le parole del direttore dell'OMS?), l'applicazione del principio di precauzione che pure i trattati dell'UE (art 119 TFEU) definiscono e in forza di ciò richiesto a tuttti gli stati membri l'attuazione urgente di politiche comuni di contenimento e mitigazione del rischio (leggi quarantene e chiusura dei viaggi da e per la Cina ecc). Esiste una comunicazione della stessa commissione (Comm2000), centinaia di risoluzioni del Paramento e della corte di giustizia. L'Italia è leader nella produzione di medicali in europa, quanto ci vuole a realizzare una produzione di massa di mascherine?
  2. Henri Schmit Rispondi
    In casi di guerra, incendio, terremoto, inondazioni, epidemia etc la gestione top down (dittatura) batte quella bottom up (iniziativa individuale, mercato). La lotta al Covid-19 da parte della Cina lascerà un segno profondo nella storia del mondo e dovrebbe servire da monito alle democrazie demagogiche. Solo democrazie con una struttura di governo efficiente, un’esecutivo forte, un compromesso provvisorio, controllato e revocabile fra dittatura - cf il modello della Roma antica - e anarchia, cf Hobbes) sono in grado di gestire situazioni difficili, che riappariranno sempre. La democrazia è anche consenso e collaborazione dei singoli con l’autorità legittima. Vera tirannia è quando l’autorità non può essere sostituita (quando sempre gli stessi nominati siedono nelle stanze di comando. Pseudo-democrazie dove il potere è (non solo diviso, ma) incerto e quindi contestato e debole non sono attrezzate per gestire crisi. La richiesta di rispettare il mercato, prudenzialmente utile in tempi ordinari, diviene una pretesa ideologica cieca e spesso interessata in tempi di crisi. Il punto debole dell’IBL è di voler erigere una regola prudenziale in ideologia. Ha ragione l’autore dell’articolo; è buono il modello francese; per fortuna il governo italiano agisce nello stesso modo, per esempio con la produzione, dall’unico produttore nazionale, ma sotto regia pubblica, degli apparecchi di respirazione assistita. Chi ne stabilirà il prezzo?
  3. Marco De Antoni Ratti Rispondi
    Prima della messa in quarantena, il presidente dell'europarlamento David Sassoli ha proposto la creazione temporanea di una centrale acquisti europea per la fornitura di strumentazioni e di materiali di consumo sanitari per il Coronavirus. Che fine ha fatto tale norma? Il governo italiano ha finora requisito gli alberghi nei quali ospitare persone in quarantena. Piuttosto che un obbligo, esso è un aiuto di Stato benvoluto dagli operatori di settore, rimasti a corto di turisti. Nessuno ha invece provveduto a requisire scorte di farmaci e disinfettanti, sale operatorie e apparecchiature strumentali alle strutture private -convenzionate e non- per aiutare il Servizio Sanitario Nazionale in difficoltà. Probabilmente, la casta vuole un sistema parallelo, efficiente e "vergine", che divenga operativo solo per loro, quando l'emergenza toccherà il suo picco. https://biomedicalcue.it/coronavirus-cina-test-15-minuti/17843/ Nessuno ha ancora visto in Italia il test fai-da-te che ritorna il risultato in 15 minuti. Decisamente più rapido delle tre ore necessarie secondo il modello del'università di Padova (https://www.repubblica.it/cronaca/2020/02/22/news/coronavirus_pronto_il_test_rapido_cinesi_in_fila_ma_la_regione_lo_blocca-249306694/)
  4. Giuseppe GB Cattaneo Rispondi
    Concordo con il contenuto dell'articolo. Spiegare con il solo mercato certe situazioni complesse è come spiegare il movimento dei corpi con la legge di gravitazione universale... senza tener conto dell'attrito.