logo


Rispondi a Mahmoud Annulla risposta

1500

  1. Gianmario Rispondi
    Quale soluzione semplice propone Matteo?
  2. Lorenzo Rispondi
    Qualcosa mi dice che il Salvini, seppur a sua insaputa, stava lavorando per permetter all'Europa di esternalizzare all'Italia i controlli sull'immigrazione. Non gli è riuscito, ma il problema resta. Fuor da ipocrisia, per l'Europa non ci sono altre strade che cercare accordi con i paesi extra-europei (incluso la Turchia) di partenza e transito.
  3. Sergio Andreani Rispondi
    Il solo Paese che non fa entrare i profughi nel proprio territorio è Israele. Qualcuno sa spiegarmi perché?
  4. Mahmoud Rispondi
    Proprio alla luce dell'accordo in vigore dal 2016 con la Turchia appare incredibile che analoga intesa non sia stata implementata con la Tunisia. Una relocation di tutte le persone che illegalmente attraversano il Mediterraneo in Tunisia permetterebbe di ridurre a zero il numero di immigrati irregolari in Europa attraverso quella rotta (cittadini tunisini esclusi, ma per i quali esistono efficienti accordi di rimpatrio), demandando a Tunisi il vaglio delle richieste di protezione internazionale dei migranti, senza infrangere il diritto internazionale. Speriamo presto si riesca a procedere in tal modo, basta morti in mare, sì alla relocation in Tunisia di ogni migrante appena terminato il primo soccorso a terra in Europa.
  5. matteo Rispondi
    questo può avvenire solo perchè gli europei ("e" minuscola) sono oramai un popolo di imbelli dediti a social e happy hour. Sarebbe semplice bloccare i profughi al confine con la Turchia. Molto molto semplice. L'europa non merita di esistere per come si è ridotta