logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    Non c'è dubbio, quando i forti litigano, i deboli possono solo temere. Si gioca comunque anche una partita nelle seconde file: l'accordo UE-mercosur, quelli con il Canada, con il Messico, con il Giapponeci; ci sono le partite aperte con l'Australia e con l'India. Chi veramente rischia è l'UK - coraggiosa o folle, lo sapremo fra dieci anni - che con una hard Brexit può solo giocare la carta del tax haven, cioè deindustrializzazione, tutto servizi, ma solo quelli che non hanno bisogno di alcun "passaporto". C'è inoltre un rischio di secessione di alcune Nazioni dall'UK la quale accentuerebbe l'inevitabile, forzata specificità off-shore del territorio che rimarrà fuori dagli accordi commerciali con UE. Quando i giochi si calmeranno, l'UE avrà le carte in regola, cioè una tela di accordi multilaterali. Non pensa?