logo


  1. Federico Leva Rispondi
    Per chi fosse interessato a una sintesi da esperti di copyright, c'è https://www.create.ac.uk/policy-responses/eu-copyright-reform/ Un paio recenti https://www.create.ac.uk/wp-content/uploads/2019/03/Academic_Statement_Copyright_Directive_24_03_2019.pdf https://www.ohchr.org/EN/NewsEvents/Pages/DisplayNews.aspx?NewsID=24298&LangID=E
  2. Davide Gedda Rispondi
    Ottima mossa dal punto di vista di chi considera l'UE ormai irrecuperabile. Un carrozzone burocratico inutile e parassitario: la norma è stata introdotta esclusivamente per aiutare quel mediocre di Emmanuel Macron, con il suo progretto fallimentario di far di Parigi una Silicon Valley europea. Finalmente qualcosa che infastidisce l'utente comune a tal punto da inviare lettere di protesta e rende evidente che la classe dirigente globalista è interamente autoreferenziale a scapito dei cittadini comuni. Una norma su cui i partiti patriottici marceranno per anni, tra i piagnistei dei media di regime. Quasi peggio degli errori commessi sull'immigrazione, ma comunque benvenuta. Il conflitto è insanabile.
  3. Ermes Marana Rispondi
    Ma la smettete con questa maledetta operazione di disinformazione? Gli upload filters non esistono; l'unico in funzione (quello di Youtube) é talmente abusabile da parte di produttori, distributori o semplici troll da renderlo di fatto non uno strumento per lo scopo per cui é pensato (tutti spariti da Youtube i contenuti protetti da copyright, vero?) ma un vero e proprio strumento di censura.
  4. Francesco Rispondi
    "D’altro canto, suona piuttosto bizzarra l’argomentazione secondo cui l’obbligo imposte alle piattaforme con fatturato oltre una certa soglia di dotarsi di upload filter [...]" I requisiti sono 3, cioè fatturato, numero di utenti ed età del portale (minore di 3 anni), da soddisfarsi tutti e 3 contemporaneamente per essere esclusi dagli obblighi ex articolo 17. Parlare di "piattaforme con fatturato oltre una certa soglia" è estremamente fuorviante.