logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    Si, la permanenza dell'UK nel mercato comune (stare alle regole UE, pagarne il prezzo, senza avere diritto di voto) sembra ormai l'unica soluzione possibile al di fuori di un disastroso hard Brexit e di un improbabile remain.
  2. Savino Rispondi
    Il gioco o il cammino della democrazia deve prevedere anche la salvaguardia rispetto al fatto che il popolo può non avere ragione e sbagliare. Brexit finora è stato questo: un grande abbaglio, frutto di una generale ignoranza e illusione popolare Con Brexit, gli indigeni hanno rifiutato gli stranieri, compresi noi italiani, compresa la nostra competenza e la nostra manovalanza. Chi dice "prima gli italiani" si dimentica che oggi ci sono centinaia di migliaia di connazionali che vivono da fantasmi lontano migliaia di chilometri dalle loro origini, pagando sulla propria pelle l'effetto dei sovranismi e dei nazionalismi contemporanei.
    • Claudio Rispondi
      Assolutamente d'accordo. Brexit è il prodotto di ignoranza, impreparazione, arroganza, isolazionismo, nostalgia e demagogia - il tutto condito con una buona dose di senso of superiorità, ontologicamente inspiegabile. Inoltre vi è, in Brexit, un ironico paradosso: un referendum indetto "to deliver" alla dignità della legge il risultato di un quesito che divideva il Paese - quindi per unire un Paese diviso - ha in effetti finito per dividere un Regno Unito.