logo


Rispondi a giovanni Annulla risposta

1500

  1. Earnest Rispondi
    se io fossi Google o Netflix all'idea di pagare di più per il consumo di banda, risponderei comprandomi gli ISP.... a quel punto il produttore/diffusore di contenuti diventa pure padrone della rete di divulgazione....e voilà, la frittata è servita
  2. Filippo Ottonieri Rispondi
    Onestamente, le ragioni a favore della Net Neutrality si riducono alla possibilità per le Telco di fare più soldi, vendendo banda al miglior offerente. Che ci sia bisogno di una sperimentazione per capire se questo favorisca la libertà e la pluralità di presenza online mi pare dubbio.
    • Filippo Ottonieri Rispondi
      Ovviamente intendevo: a sfavore della Net Neutrality...
  3. Savino Rispondi
    La rete non è mai stata neutrale. Assolutamente sbagliato dire ai suoi utenti, soprattutto giovani, che essa sia "free", poichè, nell'uso privato, qualcuno (i genitori di quei giovani nella fattispecie) la paga una tariffa fatturata. Quanto ai contenuti, i fini più utilizzati sono stati l'e-commerce, il marketing, le profilazione, le fake news e la propaganda, le frodi telematiche e, perfino, il terrorismo e la pedopornografia. Quale altro prezzo dobbiamo pagare?
  4. giovanni Rispondi
    Le dispsrità regionali già esistono, nel senso che ad. es la fibra è disponibile solo in alcune zone o città, non solo, anche il WIMAX è disponibile solo in alcune zone. Per cui questa preoccupazione non dovrebbe essistere dato che conviviamo con questa situazione da sempre. Di questo passo bisognerebbe proibire SKY e Mediaset che danno dei servizi di televisione digitale a pagamento, mentre gli altri che non pagano questi servizi si debbono contentare della TV digitale generica. O Ryanair e Easyjet che ti fanno pagare l'imbarco prioritario. Resta il fatto che un sacco di gente con Whatsapp e tweet ed altre inutilezze del genere intasa la rete con stupidaggini a scapito di avere a disposizione banda utile per trasmissione di dati veri. Una differenziazione di tariffe in base all'uso che si fa di Internet non mi sembra fuori dal mondo. La cosa fondamentale è vigilare che ci sia una effettiva concorrenza da parte delle offerte degli ISP.