logo


  1. Michele Rispondi
    Chissà cosa diranno tutti i fautori dei dazi e contrari al libero scambio quando, avverati i loro desideri, si vedranno aumentare in modo considerevole i costi di moltissimi beni (auto, computer, verdura, pasta etc), ma non il loro stipendio....
  2. Tarcisio Bonotto Rispondi
    Il NAFTA è stato un accordo tra 2 paesi forti come USA e Canada e 1 molto debole come il Messico. Le multinazionali che hanno investito in Messico sono poi state salvate da Greenspan. Molto produzione è stata delocalizzata in Messico dagli USA e Canada perdento molti posti di lavoro. Siamo dell'idea che OGNI PAESE DEVE DIVENTARE AUTOSUFFICIENTE economicamente. I 3 trattati di Globalizzazione Economica, 27.000 pagine sono stati redatti da 400 multinazionali e Tesoro Americano, e solamente accettati e firmati dai singoli paesi. Secondo voi di chi fanno gli interessi questi trattati? La globalizzazione va contro gli interessi di ogni singolo paese. Da quando è stata introdotta in Italia nel 2001, abbiamo perso ben 600.000 aziende e 270.000 imprese agricole. Please!
  3. guido dv Rispondi
    signor melitz, interessante. credo però che l'errore sia prendere trump letteralmente ma non seriamente. minacciare di uscire dal nafta, da cui sicuramente il messico beneficia, può essere semplicemente un espediente per negoziare condizioni migliori o, eventualmente, costringere il messico a pagare The Great Wall. provi a considerare ciò che dice seriamente ma non letteralmente
  4. Danilo Rispondi
    Tutto giustissimo.... Trovo sconcertante che da nessuna parte (è una sineddoche) si ricordi il mostruoso passivo della bilancia commerciale americana. Oltre 600 miliardi di dollari all'anno! Presto o tardi dovrà essere ricomposta - o qualcuno pensa di continuare ad offrire pasti gratis ai cittadini statunitensi?
  5. mauro Rispondi
    Se da un punto di vista teorico non si può che concordare sugli effetti benefici del libero scambio dall'altra parte io sono sempre più perplesso quando si fa finta di non capire che chi spinge per globalizzazione e abbattimento frontiere sono sempre e solo le multinazionali e la finanza. Curioso poi come i no-global di fatto diventino poi pro-global a seconda della fase lunare. Ricordiamo che la Cina pro-global in casa sua è assolutamente no-global per investimenti e import. I media siano oggi troppo condizionati economicamente dalla proprietà (finanza) per fare analisi quanto meno credibili