logo


Rispondi a Asterix Annulla risposta

1500

  1. Asterix Rispondi
    Segnalo come già l'attuale Presidente della Banca Centrale Indiana, commentando la crisi del 2008 negl USA nel suo libro "Terremoti finanziari", avesse indicato tra le cause della crisi proprio le modalità di incentivazione del personale delle Banche d'affari. Tali funzionari erano remunerati sulla base dei volumi dei mutui aperti a prescindere dall'analisi del merito creditiizio proprio per favorire la cartolarizzazione di tali debiti. I controlli interni in tali banche avevano fallito perché il personale destinato non aveva poteri per contrastare tali politiche retributive, né aveva posizioni di rilievo all'interno dei CDA di tali società.. come sia andata a finire è storia.
    • Asterix Rispondi
      Errata corrige Parlo dell'ex Governatore della Banca centrale Indiana, Raghuram Rajan.
  2. Roberto Rispondi
    Interessante. Qui un'altra interpretazione: http://www.economiaepolitica.it/lavoro-e-diritti/diritti/universita-e-ricerca/nobel-2016-dalla-teoria-dei-contratti-alla-realta-della-crisi/
  3. Maria Cristina Migliore Rispondi
    Già, però tutto questo discorso si basa sul concetto di incentivi. Sembra mancare del tutto una visione di cosa significhi scegliere questo concetto. A me pare che parlare di incentivi significhi presupporre che le persone e le attività siano manovrabili da incentivi, come il cane di Pavlov. Mi piacerebbe che gli economisti si confrontassero di più con gli studi psicologici e anche filosofici. Dal mio punto di vista - psicologia culturale - i contratti non funzioneranno mai se non ci preoccupiamo anche di creare senso e significati per il bene di tutti e di tutto.
    • bob Rispondi
      "...i contratti non funzioneranno mai se non ci preoccupiamo anche di creare senso e significati per il bene di tutti e di tutto..." Visto come abbiamo ridotto il mondo l' economia potrà avere un senso futuro ( anche materiale) solo se capace di distribuire la ricchezza creata . Ha ragione a dire che tutto non possiamo ridurlo ad incentivi finiremo per " salivare ..anche senza premio finale". Il mondo ha estremo bisogno di una visione culturale diversa dalle ermetiche torri d'avorio che abbiamo stupidamente creato