logo


  1. Graziano Crema Rispondi
    Eccellente analisi. Come nota addizionale suggerirei anche particolare attenzione alla localizzazione delle camere di compensazione (CCPs) e le dinamiche, legali e non, ad essa associata. Difficilmente un'Europa senza UK permetterà che la quasi totalità dei flussi dei derivati passino attraverso camere di compensazione localizzate in UK (i.e. LCH). Sara interessante vedere se - come indicato nell'articolo - la preponderanza del diritto inglese su alcune tipologie contrattuali (esempio derivati) si ridurrà o che tipo di soluzione le autorità troveranno per diminuire la frammentazione dei mercati finanziari già in atto.
  2. Paolo Inv Rispondi
    Professore articolo molto importante. C'è però un punto fondamentale a riguardo di incertezza.ha ben evidenziato come il diritto inglese sia più efficiente. È chiaro che nella secutization il security trunstee giochi un ruolo fondamentale ed è chiaro che nessun ordinamento di civil law riesca a garantire uno schema adeguato ove Security trunstree e SPV funzionino a dovere, pena quella di dover caricare il bilancio degli istituti di credito di alti rischi. Ecco lei pensa a riguardo che si possano rinvenire degli strumenti analoghi nella nostra tradizione di civil law? Io penso di no. Il rischio è qualcosa che gli ordinamenti anglosassoni riescono a gestire tramite gli istituti ad essi peculiari. Sono molto curioso di poter leggere una Sua risposta.articolo veramente interessante e stimolante.