logo


  1. Federico Rispondi
    Giusto porre l'accento sull'importanza degli investimenti per l'effettivo raggiungimento degli obiettivi cop21. Anche i risparmiatori possono aiutare! Etica Sgr (Banca Etica) ha un’offerta interessante http://eticasgr.it/ ma nulla per cui il singolo possa sentire di avere fornito capitale o denari che vada direttamente in investimenti su energia verde, risparmio energetico ecc. Ci sono 120 grandi investitori non-fossili che sono stati attivi anche alla COP21 http://www.iigcc.org/about-us/our-members eppure non è facile trovare investimenti (economici) in energia verde… L’unica scelta sensata per risparmiare e non mettere tutte le uova in un paniere è un ETF (perché? vedi https://www.altroconsumo.it/finanza/le-7-differenze-tra-fondi-comuni-e-etf-s5180344.htm ) e ne sono segnalati 22 in un elenco come http://wire.kapitall.com/investment-idea/a-list-of-green-etfs-for-responsible-investing/ eppure per la borsa Italiana se ne trovano solo 3 e anche piccolini, sono sui 100 M€ in totale: http://tools.morningstar.it/it/etfquickrank/default.aspx?Site=IT&Universe=ETALL%24%24ALL&category=EUCA000705&LanguageId=it-IT Di questi 3 ben 2 sono concentrati sull’industria solare, l’unico un po’ bilanciato pare essere PowerShares Global Clean Energy (http://funds.ft.com/uk/Tearsheet/Assets-and-holdings?s=PBW:MIL:EUR ). Resta un investimento azionario ad alto rischio (http://funds.ft.com/uk/Tearsheet/Risk?s=PBW:MIL:EUR ), anche se leggermente meno della categoria.
  2. Jacopo Foggi Rispondi
    ma perché fare questi articoli così insignificanti? L'accordo 'storico' stabilisce di dare 100 miliardi, quando invece ne servono, come dice l'articolo attorno ai 1000. Poi non si dice di cosa sono fatti questi 1000 e in quale proporzione dovevano essere quelli ai paesi in via di sviluppo (se dovevano essere 100 può andare bene). Poi non si dice da dove vengono, dove potrebbero essere presi gli altri 900. Si dice che si dovrebbe in qualche modo convincere gli investitori istituzionali, ma non si dice che alcuni già lo fanno da anni e quindi l'informazione che ci servirebbe è capire in cosa e quanto investono e quindi in che relazione sono con i 100 o con 1000 miliardi di cui si parla. Insomma, articolo del tutto inutile.