logo


Rispondi a Antonio Annulla risposta

1500

  1. Max Rispondi
    Con questa iniziativa dei 500 sembra che il governo si stia facendo un film, il sequel di “300”. Peccato che nel primo episodio dei 300 valorosi non ne sopravvivesse neanche uno. L'iniziativa potrebbe aver un senso in un sistema che già funzionasse bene. Al momento è propaganda pura. Il sotto finanziamento del sistema, che rende ogni prospettiva di carriera quanto meno incerta, la logica del "merito" promossa con la VQR alla quale corrispondono iniziative che vanno esattamente nella direzione opposta, come il blocco degli scatti stipendiali (rimasto ormai in vigore quasi solo per i docenti universitari) che erano non più automatici ma basati sulla valutazione del "merito" e che colpisce soprattutto i più giovani, rendono queste iniziative prive di ogni (buon)senso. Sembrano un po' le offerte destinate solo ai nuovi abbonati, che spesso hanno come unico risultato quello di far guadagnare qualche nuovo abbonato che dopo un anno o due se ne va per un’offerta migliore. L’esperienza passata e presente dimostrano che l’unica cosa certa da aspettarsi (anche per chi ritorna) sono blocchi stipendiali e blocchi del turnover.
  2. Antonio Rispondi
    Caro professore, come lei ben sa non basta arruolare un manipolo di nuovi professori esteri per migliorare la situazione italiana. L'esempio spagnolo la dice lunga. Occorre dare anche investimenti alla ricerca altrimenti che senso avrebbe richiamare gente che ha creato all'estero la loro struttura di ricerca con progetti, persone e soldi che girano intorno?
  3. Marco Antoniotti Rispondi
    Grazie. Il primo articolo che ha il coraggio di ammettere che l'ASN "si è conclusa". Naturalmente a chi non ha potuto partecipare (ma che potrebbe partecipare ora), ciccia. Marco Antoniotti PS Al Boston College assumono sulla base della NSE vero?
  4. Corrado Rispondi
    In Università gira già la voce che la disposizione riguardi un nome e un cognome. Il che spiegherebbe il punto 2 dell'articolo.