logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    Bell'articolo di un esperto che prudentemente non si pronuncia sulle questioni di giustizia fiscale (giusto/non giusto tassare la prima casa) e che elenca invece i numerosi squilibri che l'abolizione creerà sostanzialmente a svantaggio delle autonomie locali. Rimane intatto il merito del governo di avere "cambiato" il paese, ... in peggio.
  2. Giuseppe Brunetti Rispondi
    La Tasi non andrebbe abolita. Il governo dovrebbe imporre (con una legge), un'aliquota media uguale per tutti. In questo modo non ci sarebbero differenze rilevanti di spesa tra i cittadini di questo paese. Il nostro comune ha sempre applicato le aliquote massime. Così facendo forse questa tassazione troverà pace ed equità. Il governo altresì non sarà costretto a fare alcun trasferimento di denaro pubblico. Giuseppe Brunetti