logo


  1. Luca Rispondi
    Questo articolo è interessante non solo perché gli autori conducono un'analisi lucida e precisa delle cause del divario tra "Centro" e "Periferia" europea al tempo della Crisi, ma anche perché dimostra che tale gap non è imputabile, come qualcuno sostiene in maniera populista, alla moneta unica, bensì alla debolezza delle democrazie dei Paesi svantaggiati le quali non hanno realizzato per tempo le riforme strutturali necessarie ad evitare il peggio. E pensare che nella prima decade dell'introduzione dell'Euro Carlo A. Ciampi aveva avvertito la classe dirigente italiana affinché agisse non cullandosi sulla relativa stabilità del quadro economico e finanziario dovuto appunto all'introduzione della moneta unica. In questo senso va interpretata la sua celebre frase "L'Euro non è il Paradiso ma il Purgatorio". Purtroppo quella congiuntura favorevole non è stata sfruttata come si sarebbe dovuto e oggi ne paghiamo le conseguenze. Se solo talvolta ci fosse un minimo di lungimiranza nei nostri governanti!