logo


  1. ANTONIO Rispondi
    Da tempo sostengo che in Italia la privatizzazione del sistema bancario, a partire dalla Legge Amato, sia stata una finta privatizzazione e che forse sarebbe ora il caso di procedere alla nazionalizzazione temporanea NON DELLE BANCHE MA DELLE FONDAZIONI.
  2. alberto Rispondi
    Parlate solo di stress bancario di MPS..... Ma gli esternalizzati cacciati e passati a Fruendo srl soc. di servizi no?
  3. Marco Rispondi
    Finalmente qualcuno apre il dibattito su un tema più che importante. Peccato che gli autori, avvezzi al dibattito pacato, gridino per così dire sottovoce. Complimenti soprattutto per l'espressione "i politici locali", delicatamente ironica. Gli autori dell'articolo danno già per scontato il declassamento di D'Alema a politico locale? Solo perché Padoan, dopo lo stress test, ha dichiarato che non ci saranno aiuti pubblici al Montepaschi? Io penso che questa dichiarazione o sarà smentita dai fatti, oppure provocherà la solita guerra intestina nel Partito Democratico, con conseguente caduta del governo Renzi. A occhio e croce direi che Monti si sta preparando a salire di nuovo in politica, dopo il vistoso tonfo di due anni fa. Altrettanto spiritosi gli autori quando dicono che le Fondazioni bancarie devono uscire dalle banche. Per occuparsi di che? Dubito che si vogliano dedicare all'organizzazione di corsi di bridge e uncinetto. Non sarebbe meglio dire chiaro e tondo che i partiti del regime dell'Inciucio Maximo, dal PD al PDL (o come si chiama adesso) dovrebbero essere sbattuti fuori col voto dalle Fondazioni bancarie, dalle banche, dalle università, dagli ospedali, dagli enti locali etc.?