Lavoce.info

Tfr in busta paga: pro e contro

Meglio il gruzzolo a fine carriera e il risparmio previdenziale o meglio i soldi “pochi, maledetti e subito”? Il Tfr in busta paga può essere un aiuto per i lavoratori in difficoltà economiche ma aggrava l’incertezza sul loro futuro pensionistico.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Precedente

Tempo indeterminato: gli incentivi nella manovra *

Successivo

Il Punto

  1. rob

    il concetto di risparmio ( nell’ italiano molto elevato) è stato l’ architrave che ha ricostruito e sostenuto il Paese dal dopoguerra. Se oggi è ancora garantita la pace sociale lo dobbiamo ai risparmi di nonni e genitori che fanno da ammortizzatori sociali. Se le banche italiane ( checchèsenedica) sono ancora sane si deve alla massa notevole di risparmio. Serve la storia per progettare il futuro? A mio avviso si. L’ Europa e l’ Italia con essa, se vuole sopravvivere nei prossimi secoli deve difendere, accrescere e salvaguardare il ” nostro illuminismo” , lo stato sociale e la qualità ella vita. Se prevale il concetto americano della carta di credito a go-go, del cibo scadente, del poco rispetto per la vita sarà un continente finito una landa desolata

Lascia un commento

Non vengono pubblicati i commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente. Non vengono pubblicati gli indirizzi web inseriti a scopo promozionale. Invitiamo inoltre i lettori a firmare i propri commenti con nome e cognome.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén