logo


  1. Stefano Arturo Priolo Rispondi

    Concordo pienamente con l'articolo di Riccardo Puglisi tanto che mi capita sovente, chiederlo ad alta voce ai tanti inviati che ci ricordano il n. 45500 (é strano che con tanta messe di strumenti comunicativi non ce ne sia uno diretto con la RAI - Radio televisione italiana).

  2. Giacomo Rispondi

    Sapere che lo Stato funziona indurrebbe forse a più ottimismo i cittadini vessati da calamità naturali. Di fronte a situazioni simili l'idea che debba scattare la raccolta dei due euro - visto poi quanto paghiamo di tasse - è davvero deprimente, soprattutto perché una protezione civile efficiente e piani di prevenzione adeguati richiedono soldi ex ante, non ex post sull'onda dell'emotività. Non vedo la differenza con la tassa di scopo, a questo punto.

  3. msp Rispondi

    il consorzio parmigiano reggiano, consiglia di contribuire acquistando più' parmigiano presso il proprio negozio abituale. mi sembra una buona idea. meglio del contributo sms che non si sa mai dove finisca veramente. io l'ho fatto.

  4. marco Rispondi

    Ho già fatto una donazione. Amo la mia gente. Vivo in Emilia da sempre e nella mia vita ho vissuto tanti terremoti in media uno ogni qualche anno; a Ferrara solo 500 anni fa, un batter di ciglia se ragioniamo in tempi geologici, è avvenuto un terremoto distruttivo-In Emilia la normativa antisismica è stata introdotta solo nel 2003-Perchè? Di chi è la colpa di questa imprudenza? Chi è che se ne è fregato per decenni? Chi in questi anni ha continuato e continua a progettare autostrade inutili distruggendo il territorio e se ne è fregato di mettere a norma antisismica scuole e ospedali con la scusa che non ci sono i soldi? La procura che indaga sui crolli dovrebbe cercare negli uffici dei politici- Il rischio è che vada in galera qualche ingegnere pollo un po' superficiale che comunque voleva rispettare le regole- E' facile scaricare i costi sulla gente comune facendo breccia sulla generosità sull'abnegazione e sulla dedizione al volontariato degli italiani e nascondendo le vere colpe e i veri colpevoli- Siamo ancora ai tempi dei Promessi Sposi-Le risposte le dovrebbe dare lo Stato, ma non punendo i cittadini con una nuova tassa che non toglieranno mai...