logo


  1. Fabrizio I. Rispondi

    La tassa in oggetto è senza alcun senso, mi dispiace per i suoi tanti sostenitori. Si giustifica solo perchè siamo in rovina. Tassare un'automobile sulla base della potenza è un assurdo all'italiana, giacchè è evidente che l'unico sistema accettabile per intercettare il lusso in modo equo senza addentrarsi in complicati sofismi è... il valore del bene. Tutto questo poi, nel paese che ha come UNICO asset mondiale d'eccellenza i produttori di auto supersportive è veramente un suicidio; semplicemente improponibile in qualsiasi altro paese governato da gente che vive nel mondo reale. Come se in Corea penalizzassero i produttori di semiconduttori, o di LCD, o di acciao, siamo alla follia. Pazzesco che ci sia chi non lo capisce, ma non sorprendente, perchè altrimenti non saremmo messi così male. Francamente da Monti & Profs mi aspettavo di molto meglio che queste mosse da italietta di sempre. Buone feste a tutti i lettori e scrittori del sito.

  2. Paolo R. Rispondi

    Mi permetto di tornare sull'argomento, dato che nella replica l'autore mi cita direttamente. Credo che quando si dice che bisogna colpire il "lusso", piuttosto che i "ricchi", sia sempre difficile dire cosa sia lusso o essere ricchi. Tenendo conto che l'Italia è un paese molto presente nelle produzioni di lusso, occorre trovare qualche meccanismo che garantisca meglio la progressività del sistema fiscale, più che del singolo tributo, senza per questo penalizzare interi settori produttivi (auto, barche, abbigliamento, ecc. ). A me pare che la potenza delle auto, nonostante non sia sempre indicativa del valore commerciale, sia comunque affidabile, in quanto, anche la vettura Chevrolet Camaro citata, che costa 39.000 €, ha sicuramente costi di esercizio tali da richiedere redditi elevati. Anche se, mi si permetta, non ne ho mai vista una per strada. I "ricchi" spesso non ottimizzano, ma preferiscono beni di lusso molto costosi, più come "status symbol" che per le utilità effettive che un certo bene fornisce. Perciò non avrei molte timidezze.