logo


  1. Guido Abbattista Rispondi

    Un commento che in realtà è una domanda. Lo strumento normativo e finanziario citato relativo ai progetti conciliazione lavoro-famiglia potrebbe essere utilizzato per richiedere un trasferimento da una università di servizio (molto lontana) a quella della città di residenza propria e della propria famiglia ? Ho insegnato nella mia carriera in 3 università sempre diverse dalla città di residenza e dalla famiglia. Forse dopo 25 anni di pendolarismi peninsulari e spese forsennate e assurdamente non detraibili si intravede un mezzo per restituire un po' di stabilità alla vita anche familiare ? Non dubitando della risposta negativa a una domanda che pare incredibilmente essere poco compresa, porgo i più cordiali saluti.