Lavoce.info

SE QUESTO È UN GOVERNO…

Vorremmo ringraziare il Presidente del Consiglio, e vorremmo farlo per due ragioni. Perché in effetti avevamo notato qualche collega di fede rossonera segnarsi con gesti scaramantici e virare nell’umore. Ora sono tutti più sereni. E vorremmo farlo perchè ha la sensibilità di dedicare anche a questi piccoli, ma significativi dettagli parte del suo prezioso tempo. Ora, chiarito l’equivoco e rasserenati gli animi, Presidente, per favore, torni al lavoro.

p.s. vorremmo anche segnalare al Presidente che il sito del Governo è stato probabilmente attaccato da un nuovo e malizoso virus, noto come conflictofinterest. Ha la particolarità di prendere gli annunci postati sul sito del Milan e dirottarli su quello del Governo.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molti altri siti di informazione, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Leggi anche:  Paura di votare in tempo di Covid-19

Precedente

UN POPOLO DI SANTI

Successivo

LA RICERCA PERDUTA*

  1. LeM

    Questo è l’apice di un governo che si occupa sempre e solo dei propri interessi, e mai di quelli dei "sudditi" (lavoro, ambiente, sanità, ecc.)

  2. francesco bussetti

    Purtroppo questo è solo uno sgoverno! Per di più scaramantico.

  3. Giovanni

    Per gli appassionati del genere, ci sono due precedenti abbastanza gustosi.. la "smentita di qualcosa che berlusconi ha evidentemente detto/fatto ma abbiamo pur sempre un sito istituzionale e dobbiamo darci un tono" sta diventando un topos letterario..

  4. Lea B.

    Ma vogliamo parlare del ritorno d’immagine che avrà il Presidente del Consiglio nel caso in cui Il Milan vinca lo scudetto? Non sia mai che i tifosi pensino che una dichiarazione del premier porti sfiga alla squadra. In Italia il consenso si ottiene anche con il nostro amato “giuoco” del calcio.

  5. merlo

    Certo che si trovano sempre dei punti deboli. Basta volerli cercare. Ma si sa bene che la critica è facile ed è l’arte che è diffcile….questo vale non solo per chi vota a destra, ma altresì per chi vota a sinistra. La sinistra di Prodi ha "governato" o giocato a palla?

  6. Daniele Vescarelli

    La situazione politica che abbiamo raggiunto in questi ultimi tempi, a mio parere, è frutto soprattutto di un forte disinteresse da parte della società civile italiana (salvo rare eccezzioni) alla vita politica e sociale del paese. E’ anche vero che la nostra società civile non è mai stata molto attiva, presente e propositiva, anzi forse si è caraterrizata per ben altre "doti". Questo è il vero problema nel nostro paese! Quello che accade è consentito dalla grande maggioranza del popolo, che considera giornalismo d’inchiesta striscia la notizia e non report, che giura sulla costituzione senza averla mai letta, che ama l’uomo forte e autoritario che suggeziona le coscenze, come la storia e la dottrina cattolica insegnano.

  7. paola

    "Certo che si trovano sempre dei punti deboli. Basta volerli cercare". Ma si sa bene che la critica è facile ed è l’arte che è diffcile….questo vale non solo per chi vota a destra, ma altresì per chi vota a sinistra. La sinistra di Prodi ha "governato" o giocato a palla? – No dico, caro merlo, continui a difendere l’indifendibile? i risultati di 17 anni di governo berlusconi sono sotto gli occhi di tutti, è evidente che chi lo nega, o è cieco/sordo/mentecatto, o è connivente. Per quanto riguarda Prodi, basta su internet tutte le leggi approvate dal suo governo, e come andava l’economia.

Lascia un commento

Non vengono pubblicati i commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente. Non vengono pubblicati gli indirizzi web inseriti a scopo promozionale. Invitiamo inoltre i lettori a firmare i propri commenti con nome e cognome.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén